Illustrati i punti strategici del Gruppo d’azione locale “Alto Salento 2020” per proseguire l’attività di promozione e di valorizzazione del territorio dei comuni Carovigno, Ostuni, Ceglie Messapica, San Vito dei Normanni, San Michele Salentino, Villa Castelli e Brindisi

Nella conferenza stampa del 14 Luglio 2017, sono stati illustrati dettagliatamente i punti strategici del Gruppo d’azione locale “Alto Salento 2020 ” per proseguire l’attività di promozione e di valorizzazione del territorio dei comuni Carovigno, Ostuni, Ceglie Messapica, San Vito dei Normanni, San Michele Salentino, Villa Castelli e Brindisi.

Il Presidente del Gal Gianfranco Coppola ed il suo vice Luigi Caroli, fieri del risultato ottenuto, hanno evidenziato di aver ottenuto un ottimo piazzamento ovvero l’ottavo posto in graduatoria tra i 23 piani presentati dai Gal pugliesi. Il Pal dell’Alto Salento, per la sua attuazione, disporrà di una dotazione finanziaria di circa 7 milioni di euro, con opportunità di finanziamento per il comprensorio rinvenenti sia dal fondo per lo sviluppo rurale (Fears) che dal fondo per la pesca (Feap).

mimmo_greco_gal_alto_salento1-2

I sindaci dei sette Comuni hanno espresso grande soddisfazione ed erano molto emozionati. Fra i tanti interventi, abbiamo registrato quello del presidente della Pro Loco Ostuni Marina, professor Mimmo Greco, che riportiamo testualmente: “Oggi è una giornata memorabile per il nostro territorio, dopo la Bandiera Blu, dopo Spighe Verdi (la bandiera blu dell’agricoltura) ci manca solo vincere la nuova sfida del Gal Alto Salento 2020, la vittoria a capitale italiana della cultura 2020. Presentare una candidatura di sette Comuni significherà creare un’immagine comune e coordinata alla luce dell’attuale frammentarietà della comunicazione. L’obiettivo metodologico sarà quello di coinvolgere le diverse comunità e porre al centro dell’attività amministrativa dei Comuni la Cultura, il Turismo, la Cultura enogastonomica e l’inclusione.

mimmo_greco_gal_alto_salento2-2
Mettere insieme sette Comuni e cinquanta soci per raggiungere un sogno è la Grande Scommessa del Territorio e ciò contribuirà a rafforzare la Sostenibilità e la Credibilità del nostro territorio”. Adesso avanti tutta a sostenere il Gal Alto Salento 2020 a “Città Diffusa” per Capitale Italiana della Cultura 2020.

 

Articoli Interessanti