Intervengono l’autore Sandro De Riccardis, il procuratore capo della Repubblica Antonio De Donno e il responsabile regionale di Libera Mario Dabbicco

Giovedì 12 ottobre alle 17.30, presso la Sala conferenze di Palazzo Nervegna, in via Duomo 20, il Presidio cittadino di Libera contro le mafie, l’associazione antimafia di don Luigi Ciotti, presenta il libro La mafia siamo noi (Add editore) di Sandro De Riccardis, giornalista de La Repubblica. L’autore ne parlerà con il procuratore capo della Repubblica di Brindisi, Antonio De Donno, e il responsabile regionale di Libera, Mario Dabbicco.

La mafia siamo noi è un viaggio da nord a sud negli equivoci della lotta alla mafia, attraverso le occasioni perse dallo Stato e dalla società civile. Ma è anche il racconto delle storie di chi lotta in prima persona nel luogo in cui vive, partendo dai problemi di cui nessuno si occupa, dalle ingiustizie che altri fanno finta di non vedere. Pagando, a volte, con la vita. “La mafia è l’incapacità della società di reagire, l’indifferenza in cui si lascia che le cose accadano. Siamo noi quando non vediamo o facciamo finta di non vedere. Noi che non ci chiediamo: ‘Io che cosa posso fare?'”, scrive De Riccardis.

Il Presidio di Libera Brindisi si è costituto lo scorso 27 settembre. Ne fanno parte, oltre ad alcuni privati cittadini, Agesci, Anpi, Arci, Auser, Associazione Quartiere Paradiso, Cgil, Community Hub, le cooperative sociali Amani, Eridano e Solerin, Progetto Policoro, Unione degli Studenti, Ust Cisl Brindisi.

Articoli Interessanti