Dopo il grande successo della prima edizione, svoltasi a Carovigno, quest’anno il Festival si svolgerà a Santa Sabina tra la Torre antica e lo specchio d’acqua del bellissimo litorale Venerdì 14 luglio.

Si è svolta presso il Comune di Carovigno la conferenza stampa della seconda edizione del Festival Sogni e Fuochi, alla presenza del Sindaco Carmine Brandi,   il direttore artistico Maurizio Ciccolella, la Consigliera Annamaria Petrosillo, l’Assessore Pietro Laghezza, l’Assessore all’ambiente Vincenzo Vacca, l’Assessore all’Agricoltura e SUAP Francesca Sbano. Dopo il grande successo della prima edizione, svoltasi a Carovigno, quest’anno il Festival si svolgerà a Santa Sabina tra la Torre antica e lo specchio d’acqua del bellissimo litorale Venerdì 14 luglio.

I particolari nel Video Servizio

“Siamo molto lieti – dichiara Ciccolella, direttore artistico del Festival – di poter inaugurare una seconda edizione, tanto per la doverosa continuità con una prima edizione davvero eccezionale, tanto perché ci auguriamo di poter ripartire dalla rete e dai risultati costruiti nell’edizione precedente per ampliare gli effetti già ottenuti. Santa Sabina è una località che già di per sé ha un enorme flusso turistico e con questo progetto vogliamo offrire ai residenti e ai turisti la possibilità di fruire di iniziative di intrattenimento di alto livello”.

“Un evento pienamente condiviso dall’Amministrazione – dichiara il Sindaco Carmine Brandi – con cui si apre ufficialmente la stagione dell’Estate di Carovigno. Ci tenevamo a continuare l’iniziativa dell’anno sorso anche con l’inaugurazione della Villa Comunale. Ringraziamo Ciccolella per avercelo proposto, convinti del fatto che la crescita della comunità passa attarverso la programmazione di eventi culturali di alto profilo culturale.”

Sogni e Fuochi è un progetto che s’inserisce nel solco delle iniziative di promozione culturale e artistica; “la cultura – dichiara la consigliera Petrosillo – non può prescindere dalla promozione del terriorio in tutte le sue sfaccetuture: questo progetto ci darà l’opportunità di mettere in risalto gli attratori culturali di Carovigno e Santa Sabina”

S’inizia alle 19.00 con un’audio storia che racconta la storia della Torre Millenaria; alle 19.30 verrà proiettato, nella straordianria location scelta, il documentario “SP 34”, scritto e diretto da Maurizio Ciccolella, che racconta un viaggio tra Santa Sabina e carovigno alla scoperta di luoghi, persone e curiosità; alle 21.00 va in scena lo Spettacolo teatrale “Nuda” con i testi di Stefano Benni, interpretato da Sara Ercolani e Rita Greco, al termine del quale agli spettatori che abbiano prenotato il posto a sedere sarà offerto un dolce preparato durante lo spettacolo ed un vino offerto dalla Cantina Lama di Rose; alle ore 22,15 si proietta nuovamente il documentario. Durante il Festival è possibile degustare la tipica frisa brindisina, detta “biscuettu”, del forno Cucinelli, al costo di 1 euro.

La particolare presenze dell’Assessore all’ambiente e all’agricoltura si iscrivono in un’idea sistemica di progettazione culturale, attraverso la quale si promuove tutto il territorio. “Carovigno ha una vocazione rurale che negli anni – ha dichiarato  l’Assessore Francesca Sbano – ha intrapreso una produzione virtuosa con prodotti d’eccellenza che attraggono i turisti”. “Carovigno a livello ambientale sta facendo molto – conclude l’Assessore Vincenzo Vacca – oltre alla Bandiera Blu domani ci consegneranno la “Spiga Verde”. Venerdì 14 prima dello spettacolo del regista Ciccolella, alle 21.00, premieremo la struttura ricettiva che nel 2016 si è maggiormente distinta nella raccolta differenziata, grazie alla segnalazione degli operatori ecologici”.

Tutti gli ingressi sono liberi e gratuiti, è gradita la prenotazione del posto a sedere per lo spettacolo Nuda tramite Whatsapp al numero 3466606385 oppure alla mail scuolatalia@gmail.com.

 

 

 

 

Articoli Interessanti