Pubblicità

Inizia splendidamente con una vittoria l’avventura della Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 nel campionato di Serie D Regionale 2015/16.

Per il team del Presidente Allegretti si prospettava alla vigilia una gara ostica contro una formazione attrezzata che può contare nel suo roster elementi di altra categoria come Degni e De Fazio con l’atteso mattatore britannico Ashley che tuttavia non è stato inserito nella lista dei 10 di coach Curci e ha assistito alla gara dalla tribuna.
Per la formazione di coach Motta, invece, da registrare l’assenza di Gianluca Argentiero, costretto a scontare una giornata di squalifica dopo la sentenza del giudice sportivo in merito ai fatti accaduti nell’immediato postpartita della finale della scorsa stagione contro l’Action Now! Monopoli.
La gara: partenza equilibrata del match con le due squadre in attenta fase di studio per i primissimi possessi con Faggiano e Caloia a colpire sotto le plance per i cegliesi e Degni e Rainis a bruciare la retina dalla lunga distanza per gli ospiti fino al 14 pari.
Parità che segna la fine dell’apparente equilibrio della gara, rotto immediatamente dalla tripla di Curri che apre un break di 10-0 in favore dei messapici che chiudono in avanti la prima frazione mandando a segno anche il giovanissimo classe ’99 Fabrizio Convertino.
Secondo periodo ancora Ceglie avanti con Caloia letteralmente indomabile sotto canestro, a dare manforte al lungo gialloblu ci pensa ancora capitan Faggiano con punti importanti viziati da una sfilza di assist firmati Lasorte-Lescot; sarà proprio il francese, insieme a Marseglia, a mettere il punto esclamativo alla prima metà di gara spedendo il Barletta a ben quindici lunghezze di distanza.
Inutili i numerosissimi tentativi da parte degli ospiti, sempre guidati dal duo Degni-Balducci, di riacciuffare una gara ormai totalmente controllata dai padroni di casa che continuano a macinare senza sosta fino al quarantesimo punti fondamentali con Lasorte, Caloia e Faggiano.
Applaudite più volte dal numerosissimo pubblico le scelte di coach Motta nel voler far entrare in campo nei momenti clou della gara i giovanissimi gialloblu tutti rigorosamente made in Ceglie: trattasi di Convertino, Suma, Laneve e Urso.
Nell’ultimo periodo il match scivola via tranquillamente per i ragazzi di capitan Faggiano che, dopo aver bloccato un timido tentativo da parte dei barlettani di ritornare sotto la doppia cifra, hanno gestito senza particolari patemi un risultato ben consolidato nei periodi precedenti chiudendo le ostilità sul 68-52 e mettendo in cassaforte i primi due punti stagionali che aprono come meglio si potesse auspicare una stagione lunga e impegnativa che vedrà i gialloblu affrontare nel prossimo turno un’altra fra le squadre favorite al salto di categoria quale il Molfetta di Maggi, vittorioso anch’esso in questo primo turno di campionato contro il Club Giganti Cisternino (70-79).