Pubblicità

Il presidente del comitato cittadino di salvaguardia del presidio ospedaliero citta’ di Ceglie Messapica Cataldo Rodio, ha scritto una lettera al Ministro della Salute Lorenzin.

Di seguito il testo

Gent.mo Signor Ministro della Salute,

La presente missiva per comunicarLe che questo Comitato Cittadino in data 20.8.2015, 26.10.2015, 11.12.2015 ha chiesto al Presidente della Regione Puglia, le motivazioni per la chiusura di alcuni servizi e la mancata attivazione di alcuni reparti già decretati nella D.G.R. n.427 dell’11.03.2015 quali l’Ospedale di Comunità 16 p. l., Pediatria 8 p. l., Centro Risvegli 30 p. l., Centro semiresidenziale per DCA 10 p. l. nel Presidio Territoriale Polifunzionale di Ceglie Messapica (BR).

Per questi motivi, Signor Ministro le chiedo di valutare la fondatezza del mancato impegno da parte delle Regione Puglia nell’eseguire tali servizi, dopo nove mesi di indugio.

Oltretutto Le faccio presente che nelle Premesse Istituzionali del Patto per la Salute 2014-2016 nell’ambito dell’attuale assetto di riparto di competenze tra Stato e Regioni vengono inseriti nella programmazione della spesa sanitaria con l’obiettivo di razionalizzare.

Infine Le rammento che già in data 18.8.2014 e 09.03.2015 con raccomandata a. r. il sottoscritto comunicò alla S.V. la mancata attivazione di altri servizi.

Alla luce di quanto innanzi detto, intendo conoscere quale soluzione intraprenderà per garantire ai cittadini il diritto di assistenza sanitaria.

Con la presente, La ringrazio cordialmente a nome mio personale quale rappresentante del comitato e dell’intera cittadinanza cegliese.