Pubblicità

Quattro arresti per reati connessi agli stupefacenti a Brindisi e Ceglie Messapica, su indagini dei carabinieri del Norm della compagnia di San Vito dei Normanni e della stazione di Ceglie

Arresti per reati connessi agli stupefacenti a Brindisi e Ceglie Messapica, su indagini dei carabinieri del Norm della compagnia di San Vito e della stazione di Ceglie. A Brindisi portava una pista che i militari del  Nucleo operativo e radiomobile  di San Vito dei Normanni avevano individuato indagando negli ambienti dei consumatori di sostanze stupefacenti, e hanno tratto in arrestato in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio, Omar Marco Riccardo di 41 anni, e Stefania Pulli di 43 anni, entrambi del capoluogo.

Nel corso di una perquisizione domiciliare a carico dei due sospettatti, i carabinieri hanno trovato di 4,04 grammi di hashish, 7 grammi di stupefacente sintetico del tipo Mdma, 0,7 grammi di anfetamine, 28 semi di Cannabis indica, complessivi 132,8 grammi di marijuana suddivisa in vari involucri, 5 piante di Cannabis e un bilancino elettronico di precisione, il tutto sottoposto a sequestro.

Ceglie Messapica, invece, i carabinieri della stazione locale hanno per coltivazione di sostanze stupefacenti Fabrizio Russo di 40 anni, e Salvatore Schiavone di 26 anni, entrambi di Oria. I due, nel corso di una perquisizione all’interno di un’abitazione in contrada Ulmo, sono stati sorpresi mentre invasavano vari germogli di Cannabis indica. Nella circostanza, i militari hanno sottoposto a sequestro 350 piantine già invasate nonché 1.000 germogli dello stesso genere. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari.