Pubblicità

Nell’ambito della Rassegna “un Castello di Libri”, lunedì 7 agosto 2017, alle ore 19.30, presso la Med Cooking School, Vera Slepoj presenterà “La Psicologia dell’amore”.

C’è qualcosa di strano, di paradossale, nell’amore. L’amore è esperienza di tutti. Eppure quando si è innamorati si pensa di essere le sole persone al mondo a essere toccate dalle sue ali celestiali. L’amore è strettamente connesso alla riproduzione della specie, e dunque alla biologia, ma è anche totalmente culturale: infatti ha una storia, che emerge dalle modalità con cui, nelle diverse epoche, viene rappresentato. E anche se non ci piace ammetterlo, il modo in cui amiamo è plasmato dallo spirito del tempo. Ecco quindi che riflettere sulla genesi, sulla funzione e sull’evoluzione dell’amore può aiutare a ridargli un senso e a viverlo quindi con maggiore consapevolezza, evitando di esserne solo travolti: può farci capire che il nostro amore ha un aspetto individuale, legato all’esperienza soggettiva, e un aspetto sociale, connesso alle narrazioni, ai ruoli e ai valori che ogni epoca assegna a questo sentimento.

Per saperne di più su questa “follia”, il nuovo libro di Vera Slepoj propone una lettura che affronta la sua storia, la sua mitologia, la sua psicologia e il suo status attuale: da Platone a Casanova, da Freud alle teorie psicologiche più recenti, dall’amor cortese alle chat su Internet. Per imparare a conoscere i meccanismi profondi del cuore e ad avere finalmente sentimenti sani.

Vera Slepoj è psicoterapeuta specializzata in psicoterapia individuale e psicoterapia di gruppo. Svolge la propria attività di psicoterapeuta tra Milano, Padova e Londra. E’ stata membro di tutte le commissioni ministeriali per l’attivazione dell’ordine professionale degli Psicologi in qualità di: delegata del Ministero della Sanità; delegata del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica per l’attivazione delle scuole di psicoterapia; membro della Commissione per la sanatoria presso il Ministero di Grazia e Giustizia; referente presso la Corte d’Appello di Venezia sempre per la sanatoria dell’Ordine degli Psicologi; membro della Prima commissione per la valutazione degli Esami di Stato per i laureati in psicologia. Dal 1999 al 2004 Vera Slepoj ha ricoperto l’incarico di Assessore alla Cultura, alle Politiche sociali, alle Pari Opportunità e alle Relazioni internazionali della Provincia di Padova.
Già cultore della materia presso l’Università di Padova, la psicoterapeuta Vera Slepoj è stata professore a contratto per l’Università di Siena in Sociologia della salute presso la facoltà di Medicina e chirurgia. Ha diretto importanti scuole di formazione in psicologia per la prevenzione e la cura delle violenze sui minori e nel contesto familiare. Dal 1980 al 1985 la psicologa psicoanalista è stata responsabile della formazione e delle dinamiche di gruppo per l’Istituto Berna di Mestre, scuola del Ministero della Pubblica Istruzione per la formazione degli insegnanti di sostegno, voluta dall’allora Ministro Franca Falcucci. È stata membro del Consiglio dell’Agenzia per le Onlus e del Comitato Tv e Minori istituito dal Ministero delle Comunicazioni. Ha fondato con Sabino Acquaviva l’Istituto di Psicosociologia Politica.
La psicoterapeuta e psicoanalista Vera Slepoj è editorialista di numerosi quotidiani e settimanali; è Presidente e Fondatore del Premio Letterario “Cortina d’Ampezzo”, ideatrice e curatrice, con Francesco Chiamulera, della rassegna “Una Montagna di Libri”.

L’evento rientra nel progetto “Libri di Acqua”.