giovedì, Dicembre 2, 2021
Home Blog Pagina 2

American Factory nuovo partner Happy Casa Brindisi

image 16 1 scaled
image 16 1 scaled

Happy Casa Brindisi è lieta di annunciare l’accordo di partnership come nuovo sponsor con ‘American Factory’ , primo punto vendita nella città di Brindisi a lanciare sul mercato prodotti tipici americani.

Lo store situato nel centro storico della nostra città, in via Ferrante Fornari n.40, nasce da un’idea dei proprietari Roberto e Mina, giovane coppia d’ imprenditori che offrono la possibilità agli amanti accaniti di cibi americani di poter scegliere e acquistare fisicamente ciò che desiderano, senza dover ricorrere all’uso dello shop online.

Talvolta irreperibili nei nostri supermercati e in generale sul territorio nazionale, i prodotti disponibili ad ‘American Factory’ spaziano dal food al drink, dal dolce al salato. Non occorre essere ‘patiti’ di cibi americani, lo store è pensato anche per chi ama sperimentare nuovi gusti o chi è curioso di provare i celebri marchi Made in USA

Dal famoso burro d’arachidi M&M’S o Snickers, passando agli snack salati dai sapori unici fino ai dolci, caramelle e chewing gum o scegliendo delle birre esclusive e le nuove bevande Chupa Chups. Da non perdere assolutamente la new entry arrivata direttamente dal Giappone in casa American Factory: la Fanta gusto White Peach.

Abbiamo deciso di lanciarci in questa nuova avventura e realizzare un sogno che coltivavamo da tempo, aprire uno store tutto nostro Made in USA – dichiara la titolare Mina Bellanova – Amiamo gli Stati Uniti e siamo grandi appassionati di sport americani tra cui la pallacanestro e quindi quale binomio migliore se non unire il nostro brand a quello vincente del Basket Brindisi?! Attendiamo i nostri giocatori USA nel punto vendita con la certezza che si sentiranno ancora di più ‘in famiglia’ e che non avvertiranno la nostalgia di casa”.

Americani Factory è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato e aspetta tifosi e abbonati biancazzurri con scontistiche dedicate. Per ulteriori info e ordini particolari chiamare al 347 2630225 o visitare le pagine Facebok e Instagram.

Benvenuti in biancoazzurro con un classico tocco di States dal sapore a stelle e strisce: #ForzaBrindisi

L’articolo American Factory nuovo partner Happy Casa Brindisi proviene da New Basket Brindisi.

Stoccaggio abusivo di rifiuti pericolosi, denunciato imprenditore

Rifiuti autodemolitore Fasano 1

Gestione illecita di rifiuti da parte di una ditta di autodemolizione di Fasano: sequestrata l’area di stoccaggio e denunciato il titolare.

FASANO – All’esito di un controllo congiunto e pianificato, i Carabinieri forestali della Stazione di Ostuni ed i Militari della Sezione Navale di Brindisi della Guardia di Finanza hanno proceduto a sequestrare un’area, attigua ad un esercizio di autodemolizione nella zona industriale di Fasano, dove venivano stoccati e depositati abusivamente i rifiuti, anche pericolosi, rivenienti dall’ attività, utilizzando semplicemente dei cassoni metallici.

Forestali e Finanzieri hanno riscontato ingenti quantitativi di veicoli fuori uso e parti di essi non bonificati, accatastati su superficie non autorizzata e non impermeabilizzata, e tantomeno dotata di griglie per la raccolta delle acque meteoriche di piazzale, come prescritto per questa tipologia di esercizi.

Pertanto, si è proceduto a sottoporre a sequestro preventivo penale l’area di stoccaggio abusiva, ad evitarne la prosecuzione dell’utilizzo illecito, e contestualmente è stato deferito alla Procura della Repubblica di Brindisi l’amministratore unico della ditta, P.D. di anni 48, a cui sono stati contestati i reati di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 256 del “Testo Unico Ambientale” (decreto legislativo n. 152 del 2006), per gestione di rifiuti non autorizzata.

Essendovi ricompresi anche rifiuti pericolosi, il trasgressore non potrà beneficiare dell’istituto dell’estinzione in via amministrativa dei reati ambientali, introdotto dalla Legge n. 68 dal 2015.

Progetto Interaction: California, Qatar e Torre Guaceto uniti per salvare i territori desertici

Interaction

Al via il progetto Interaction, scelte tre aree di studio: una in California, una in Qatar e una in Italia con Torre Guaceto.

Al via il progetto Interaction con il quale Istituti di ricerca internazionali cercheranno di trovare una soluzione alla piaga dell’impatto antropico sulle falde e della conseguente scarsità di acqua. Scelte tre aree di studio: una in California, una in Qatar e una in Italia con Torre Guaceto attenzionata per l’importante piano ideato per il riutilizzo delle acque reflue.

Grazie al progetto di ricerca Interaction, “”Integrated Assessment of Climate Impacts on Ecosystem Functions and Productivity of Critical-Zone Eco-Hydrology“, avente quale area pilota italiana la Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto ed il suo canale Reale, per i prossimi tre anni, ricercatori provenienti da importanti Istituti internazionali studieranno una strategia utile alla riduzione dell’impatto antropico sui sistemi idrogeologici che, di fatto, sta portando alla desertificazione di numerose aree nel mondo.

Il progetto è finanziato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, CNR, Italia, dalla National Science Foundation, NSF, Stati Uniti, e dal Qatar National Research Fund, QNRF, Qatar, nel quadro del programma Soils2020 “Towards Sustainability of Soils and Groundwater for Society”, promosso dal Belmont Forum. Interaction, che prevede attività di ricerca nei settori del’eco-idrologia, agronomia e pianificazione territoriale, è coordinato da Davide Cammarano della statunitense Pudue University, mentre il team italiano è guidato da Giuseppe Passarella dell’Istituto di Ricerca Sulle Acque, CNR-IRSA e vede impegnato anche il CNR-IGG, Istituto di Geoscienze e Georisorse. In qualità di caso pilota, l’area di Torre Guaceto sarà oggetto di indagine circa le pressioni esercitate dall’agricoltura sul bene acqua attraverso lo sfruttamento irriguo delle risorse idriche e del suolo.

Per comprendere a fondo il problema. Attualmente, la stragrande maggioranza degli imprenditori agricoli irrigano i propri campi attingendo alle acque della falda. Attraverso le proprie ricerche scientifiche, il Consorzio di Torre Guaceto ha rilevato che l’estrazione dell’acqua di falda attraverso i pozzi artesiani presenti in riserva, sta portando ad un crescente aumento del cuneo salino delle acque sotterranee.

La salinizzazione dell’acqua di sottosuolo dell’area protetta sta conducendo di conseguenza ad un aumento della salinità dei chiari d’acqua della zona umida della riserva. Il fenomeno comporta una riduzione della biodiversità vegetale della palude e, quindi, la diminuzione delle specie animali che qui possono trovare l’habitat ideale alla propria vita.
Per risolvere tale problematica e per far sì che le acque reflue depurate non vengano più sversate nel canale Reale che sfocia nell’AMP, il Consorzio di Torre Guaceto ha ideato un progetto, poi finanziato dalla Regione Puglia, per l’affinamento dei reflui ed il loro riutilizzo in agricoltura.

Il progetto, attualmente in fase autorizzativa, permetterà di ridurre drasticamente l’estrazione dell’acqua della falda, permetterà agli agricoltori della riserva di accedere alla risorsa idrica e di risparmiare sul relativo costo poiché l’uso dei reflui affinati è più economico rispetto a quello che comporta l’estrazione con pozzo artesiano, ridurrà la salinizzazione della falda e quindi della zona umida.

Il riutilizzo in agricoltura dei reflui, quindi, farà bene agli ambienti naturali, agli animali e anche agli agricoltori, e proprio per l’importante Piano ideato dal Consorzio, l’area di Torre Guaceto è stata scelta come base italiana per la conduzione degli studi di Interaction.
“Nei tre anni del progetto – ha spiegato Cammarano della Purdue University – avremo modo, grazie al coinvolgimento degli attori locali, di approfondire le cause e di individuare soluzioni sempre più sostenibili per la gestione delle acque e del suolo anche mediante il riutilizzo delle acque reflue”.

“Abbiamo ospitato presso il castello Dentice di Frasso di Carovigno – ha commentato il presidente del Consorzio di Torre Guaceto, Rocky Malatesta -, la riunione di avvio del progetto. La nostra riserva non è solo bellezza naturale e turismo, è soprattutto ricerca scientifica e tutela dell’ecosistema, è grazie agli sforzi fatti dalla nascita del Consorzio a oggi che Torre Guaceto è uno scrigno di biodiversità apprezzato nel mondo e premiato con l’assegnazione delle più grandi onorificenze. Ora siamo pronti a impegnarci come sempre abbiamo fatto, anche per questo nuovo progetto, auguro un buon lavoro a tutti i partner di Interaction”.

‘Go Up Montaggi’ nuovo Sponsor NBB

DSC 9680

Happy Casa Brindisi è lieta di annunciare un’altra new entry in qualità di sponsor per la stagione sportiva 2021/22: la Go Up Montaggi.

Nata nel 2019 e con sede a Bari in via Cardassi 66, è leader di riferimento nella provincia e in tutta la Puglia per noleggio, progettazione e realizzazione di ponteggi, montaggio e smontaggio impalcature, opere provvisionali in ambito edilizio e industriale.

In grado di operare e garantire rapidità negli interventi per la completa soddisfazione del cliente, la Go Up Montaggi offre un servizio personalizzato in base alle singole esigenze, seguendo ogni fase di noleggio e montaggio di impalcature e ponteggi destinati ai cantieri privati, commerciali e opere pubbliche.

‘Go uP Montaggi’ rappresenta una garanzia di qualità e attenzione alla sicurezza dei cantieri con operatori altamente qualificati e progettisti professionisti oltre a un importante parco mezzi in supporto degli stessi operai e dei singoli lavori.

Per info visitare il sito internet www.goupmontaggi.it , i canali social mediatici o chiamare al numero 349 7882291.

Benvenuti in biancazzurro e nella nostra grande famiglia! #ForzaBrindisi

L’articolo ‘Go Up Montaggi’ nuovo Sponsor NBB proviene da New Basket Brindisi.

Realizzano un ampliamento di 200 mq senza permesso: denunciati

Ceglie M abuso edilizio

Accertati in agro di Ceglie Messapica nuovi abusi edilizi in zona posta a vincolo paesaggistico: denunciati proprietario, progettista e imprenditore.

CEGLIE MESSAPICA – Il territorio del comune di Ceglie Messapica continua ad essere sotto i riflettori per gli abusi edilizi perpetrati nelle aree rurali, di particolare valore paesaggistico, e pertanto tutelate dal Piano Regionale (PPTR) ed altresì aggredite da interventi edificatori illeciti, che vanno da aumenti di volumetrie di fabbricati esistenti fino a costruzioni del tutto nuove.

L’ azione dei Carabinieri Forestali della Stazione cegliese è incessante, considerata anche la vastità del territorio ed il numero delle contrade rurali, che si estendono dai confini con la provincia di Taranto fin quasi alla piana brindisina.

Da ultimo, i Militari della Stazione della cittadina messapica sono intervenuti su lavori di ampliamento eseguiti in contrada San Nicola, dove su una costruzione preesistente, e già ampliata entro i limiti del 20%, erano stati realizzati ulteriori 2 locali, si superficie di 43 e 162 metri quadri, rispettivamente, senza il prescritto permesso di costruire corredato di autorizzazione paesaggistica, in zona tutelata nell’ ambito del “Parco Multifunzionale della Valle dei Trulli”.

L’area, inoltre, è sottoposta a tutela anche dal Piano per l’Assetto Idrogeologico, che costituisce strumento e parte integrante del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale.

Sono quindi stati deferiti alla Procura della Repubblica di Brindisi: O.C., di anni 32, proprietario, P.F., di anni 53, progettista e direttore dei lavori, e P.U. di anni 56, titolare della ditta esecutrice. Ai 3 sono stati contestati i reati di cui all’ art. 44, comma 1, lett. b) del Decreto del Presidente della Repubblica n. 380/2011 (“Testo Unico dell’Edilizia e dell’Urbanistica”) e all’ art. 181 del Decreto legislativo n. 42/2004 (“Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio”).

Condizioni fisiche Scott Ulaneo

IMG 20210903 213022 300

Si informa che l’atleta Scott Ulaneo non ha preso parte alla trasferta di campionato a Bologna a causa di postumi di un trauma contusivo al polso sinistro.

 

Il giocatore proseguirà il programma di recupero concordato con lo staff medico biancoazzurro al fine di rientrare gradualmente in gruppo alla ripresa degli allenamenti dopo la pausa del campionato.

 

 

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

L’articolo Condizioni fisiche Scott Ulaneo proviene da New Basket Brindisi.

Un fischio contro la violenza

UN FISCHIO CONTRO LA VIOLENZA 1

Oltre 250 bracciali fatti a mano da un gruppo di donne, artigiane e creative di San Michele Salentino, con un filo rosso che avvolge le persone e le unisce.

SAN MICHELE SALENTINO – L’arbitro internazionale brindisino, Marco Di Bello, è il testimonial della campagna di sensibilizzazione “Un fischio contro la violenza”, ideata dall’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di San Michele Salentino: un braccialetto rosso che avvolge di significato le strade e le persone, che le unisce, nella convinzione che, anche, lo sport può offrire un grande messaggio di forza e di fiducia per contrastare la violenza sulle donne.

Marco Di Bello, infatti, è uno degli arbitri più importanti del campionato di serie A di calcio. Nato e cresciuto al rione Cappuccini di Brindisi, ha mantenuto un legame stretto con la sua città nella quale ha deciso di continuare a vivere e in cui è attivo come testimonial al fianco delle principali associazioni di volontariato. Un grande esempio di qualità professionali, sportive e umane che lo rendono degno di rappresentare la sua città in tutto il mondo.

“Purtroppo questo è un tema di scottante attualità, sul quale occorre alzare la guardia e trovare sempre il modo e gli strumenti giusti per venirne fuori – dichiara Di Bello – sono sempre più convinto che condividere, raccontare e quindi denunciare sia la strada migliore possibile. Fatelo sempre.”

Il progetto, ideato dall’assessora alle Pari Opportunità, Angela Martucci, ha coinvolto un gruppo di donne di San Michele Salentino, artigiane, mamme, nonne, sorelle, che hanno messo a disposizione tempo e creatività per realizzare un braccialetto di cotone rosso che simboleggia il legame che unisce le donne. Ma non solo, rappresenta un piccolo gesto per dar voce a un grande impegno nei confronti della dignità femminile. Un “prezioso” oggetto che donne e uomini possono portare sempre con sé per sentirsi parte di una rete sempre più forte, necessaria per sconfiggere le violenze. Un segnale forte e chiaro: no alla violenza, sì ai diritti delle donne.

“Come assessora alle pari opportunità c’è attenzione, sostegno, solidarietà e questo braccialetto è un modo per stare vicine alle tante donne che subiscono violenza e per ricordare che dalla violenza si può e si deve uscire”, commenta l’assessora Angela Martucci. “Ringrazio, sentitamente, l’arbitro Marco Di Bello per la sensibilità dimostrata verso l’iniziativa. Lo sport, infatti, è vicino a questo tema sociale, per ascoltare, conoscere e sensibilizzare sia il mondo femminile che quello maschile al rispetto della donna e dei suoi valori. Ed un grazie particolare al gruppo di donne che, volontariamente e con tanto entusiasmo, hanno realizzato questi bracciali, dimostrando che, anche, un piccolo impegno può essere un’azione sociale e culturale forte”, conclude la Martucci.

I braccialetti saranno distribuiti, gratuitamente, nelle attività commerciali, davanti alle scuole, nelle palestre. Chiunque potrà farne richiesta e farsi portavoce di questa campagna con l’obiettivo di una sensibilizzazione capillare e mirata che passi, anche, attraverso i social network: basta scattare un selfie mostrando il bracciale al polso, postarlo sul proprio profilo Facebook giovedì 25 novembre, in occasione della “Giornata internazionale per eliminare la violenza sulle donne”, scrivendo #dalledonnexledonne e taggando il Comune di San Michele Salentino. Gli utenti che pubblicheranno i selfie saranno protagonisti di una mostra di ritratti affissi sul territorio comunale.

Festa del Cioccolato – Martina Franca – 26-27-28 Novembre 2021

Festa del Cioccolato - Martina Franca

Quarta grande edizione della Festa del Cioccolato Artigianale a Martina Franca.

Con il pregiatissimo Patrocinio del Comune, Piazza XX Settembre sarà nuovamente il palcoscenico  del principe del gusto: il Cioccolato Artigianale, quello vero ovviamente.

Il tour gastronomico monotematico delle Feste del Cioccolato Artigianali è l’unico che si manifesta come evento divulgativo e di promozione dei prodotti sani e genuini; quindi, non solo mostra mercato ma un vero e proprio momento di aggregazione e sponsorizzazione del Made in Italy dei
prodotti artigianali dolci.

In tutta la Valle d’Itria si parla ormai da settimane di questa quarta grande edizione, dove i laboratori didattici saranno il fiore all’occhiello della kermesse più famosa d’Italia.

Choco Lab e Choco Play sono i laboratori tenuti dal Maitre Chocolatier Alessandro del Vecchio. Per partecipare lo si può contattare direttamente al 3293804959.

Gli stand dei Maestri Cioccolatieri con i loro gustosi e sani prodotti rigorosamente artigianali apriranno la manifestazione venerdì dalle ore 10:00 ed accoglieranno in piazza golosi provenienti da ogni dove, pronti a degustare e fare scorta dell’ottimo cioccolato artigianale.

Antidepressivo, antiossidante, curativo per cuore e massa muscolare, ma soprattutto buono, è il cioccolato artigianale.

Dona un libro – il primo Bookcrossing a Locorotondo

Letteralmente accanto

Il tema sarà quello dell’eliminazione della violenza sulla donna e della parità di genere

LOCOROTONDO – Sarà inaugurato domenica 28 novembre, a Locorotondo, il primo angolo BookCrossing per la libera circolazione di testi dedicati al mondo femminile e ai temi relativi alla parità di genere. Il progetto prevede l’installazione di 12 postazioni, una installazione per ogni mese in un angolo diverso del territorio. Si partirà dal centro città, precisamente da piazza Aldo Moro, fino a raggiungere le undici contrade, invitando la gente a scoprire la bellezza della lettura, diffondendo la cultura della parità di genere e sensibilizzando i cittadini sul delicato tema della lotta alla violenza contro la donna.

“Ogni cittadino, durante l’inaugurazione e grazie all’iniziativa denominata “Dona un Libro” – spiega la consigliera delegata alle Pari Opportunità, Mariangela Convertini – potrà appunto lasciare un volume da inserire nella prima postazione. Per tutta la durata del progetto ogni altro cittadino sarà, allo stesso modo, libero a sua volta di lasciare o prendere un libro dalle postazioni indicate, in un circuito a catena che mira a coinvolgere l’intera comunità locorotondese”.

All’inaugurazione, prevista alle ore 17 in piazza Aldo Moro, prenderà parte il gruppo “(S)lega-menti”, che si esibirà con la recita di stralci di libri e con la lettura e la premiazione dei testi scritti dagli studenti dell’istituto Marconi-Oliva in occasione dell’opera teatrale che andrà in scena venerdì 26 novembre “Oh Romeo, Romeo perché sei stato tu Romeo?” a cura dell’associazione teatrale “Fuori Tempo”.

L’iniziativa, come il resto della programmazione degli eventi dedicati alla giornata mondiale dell’eliminazione della violenza contro le donne – che si celebrà il 25 novembre –, è stata realizzata in collaborazione con il centro antiviolenza “Andromeda” di Locorotondo, promossa dal Comune di Locorotondo per tramite dell’Assessorato alle Politiche Sociali e del consigliere delgato alle Pari Opportunità, Mariangela Convertini.

“Partenza in salita”: lo spettacolo di Corrado e Camilla Tedeschi sul palco del Verdi

PARTENZA IN SALITA

Appuntamento giovedì 25 novembre al Teatro Politeama Verdi di Martina Franca, sipario ore 21.00

MARTINA FRANCA – Per la prima volta Corrado Tedeschi salirà sul palcoscenico con una partner speciale, sua figlia Camilla. Lo faranno giovedì 25 novembre al Teatro Politeama Verdi di Martina Franca, porta ore 20.30 – sipario ore 21.00 con lo spettacolo dal titolo “Partenza in salita”.

Corrado e Camilla Tedeschi fino a ora non hanno mai recitato insieme e la commedia di Gianni Clementi, diretta dallo stesso Tedeschi insieme a Marco Rampoldi è l’occasione per padre e figlia di lavorare e calcare il palcoscenico per la prima volta insieme.

Chi, imparando a guidare, non ha mai provato difficoltà nella partenza in salita? Capire la giusta sincronia fra il rilascio del freno a mano, della frizione e la giusta dose di accelerazione, quando si è alle prime armi, non risulta semplice. Come non è semplice affrontare il mare magnum della “Vita” per una ragazza di 18 anni appena compiuti. E se alle difficoltà proprie di un’età si aggiungono le incertezze e l’immaturità di un padre Peter Pan, improvvisato ed impaziente istruttore di guida, allora la miscela può diventare davvero esplosiva.

L’ora di lezione può diventare l’occasione per conoscersi davvero, forse per la prima volta. Fra crisi adolescenziali, scoperte allarmanti, altarini svelati…telefonate di amanti, scatti d’ira, risse sfiorate, bugie colossali, ma anche complicità, risate, tenerezze, momenti di commozione. La P, incollata con lo scotch sul lunotto posteriore, iniziale di Principiante… o forse di Padre…. O magari proprio di Padre Principiante!

Lo spettacolo fa parte del cartellone della nuova rassegna teatrale organizzata dal Teatro Politeama Verdi di Martina Franca “Solo a Teatro”, che segna la ripartenza dopo la sospensione di tutte le attività teatrali e che si è aperta lo scorso 9 novembre con lo spettacolo di Paolo Conticini “La prima volta”.

A dicembre è previsto il terzo appuntamento in cartellone: il sipario si aprirà su un altro volto noto della televisione con la brava attrice Giulia Michelini che, insieme alla sorella Paola, porterà in scena lo spettacolo “Alza la voce” (mercoledì 1° dicembre).

I biglietti sono disponibili sia presso la biglietteria del Politeama Verdi (aperto tutti i giorni tranne il martedì dalle ore 17:30 alle 21:30) e sia sul sito www.teatroverdi.eu

Ultim'ora