foto articolo
foto articolo

Gli alunni hanno potuto vedere e sentire testimonianze di ragazzi vittime di cyberbullismo attraverso docufilm e collegamenti in diretta.

In occasione del Safer Internet Day (Giornata per una rete più sicura), promossa ed istituita dalla Commissione Europea con l’obiettivo di stimolare riflessioni tra gli studenti sulla sicurezza in rete, gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di 1° “G. Pascoli” dell’Istituto Comprensivo Preside Lucia Palazzo, diretto dal dirigente scolastico prof. Gaetano Dabbicco, hanno partecipato collegandosi tutti insieme attraverso la piattaforma d’istituto alla diretta streaming organizzata dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unieuro e #cuoriconnessi.

In oltre cento paesi nel mondo si sono svolte iniziative per favorire l’uso corretto e consapevole di internet, in Italia la Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico coordina dal 2014 (in collaborazione con la Polizia Postale e delle Comunicazioni, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, l’Università degli Studi di Firenze, l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Save the Children Italia Onlus, S.O.S. II Telefono Azzurro, la Cooperativa E.D.I., Skuola.net, l’Agenzia di stampa DIRE e l’Ente Autonomo Giffoni Experience) tutte le attività, finanziate anche dalla Commissione europea e del Safer Internet Centre Generazioni Connesse.

Rispetto alle edizioni precedenti la celebrazione della giornata mondiale della sicurezza in rete assume in questo anno scolastico una valenza ancor più significativa per il mondo della scuola e per le studentesse e gli studenti per via della pandemia da covid-19. Lo slogan della manifestazione è “Together for a better internet”, sottolineando l’importanza dell’alleanza educativa sinergica tra famiglie, imprese e istituzioni proprio con l’intento di sottolineare come l’impegno di tutti sia la condizione imprescindibile per un uso sicuro del web.

Dopo i saluti iniziali del Capo della Polizia- Direttore generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli e del Capo Dipartimento per le Risorse umane, finanziarie e strumentali del MIUR Giovanna Boda, all’evento moderato dal giornalista Luca Pagliari sono intervenuti l’Amministratore Delegato di Unieuro Giancarlo Nicosanti Monterastelli e il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle comunicazioni Nunzia Ciardi.

Gli alunni hanno potuto vedere e sentire testimonianze di ragazzi vittime di cyberbullismo attraverso docufilm e collegamenti in diretta. Infine, gli alunni hanno potuto porre in diretta domande alla psicologa della Polizia Postale, la dott.ssa Cristina Bonacchi, chiedendo informazioni e chiarimenti anche dal punto di vista legale.

Occorre precisare che la tematica affrontata in questa mattinata rientra all’interno della Programmazione di educazione civica, infatti da quest’anno tale insegnamento è diventato autonomo e obbligatorio per tutti gli ordini di scuola con la Legge n. 92 del 20 agosto 2019, che ruota su tre nuclei essenziali, ovvero Costituzione, Sviluppo sostenibile e appunto la Cittadinanza digitale, che è la capacità di un individuo di avvalersi consapevolmente e responsabilmente dei mezzi di comunicazione virtuali. Poter sviluppare questa capacità a scuola è uno degli obiettivi da raggiungere con gli alunni che sono già immersi nel web, ma ai quali bisogna fornire gli strumenti giusti per utilizzarlo.

La Scuola secondaria di 1° grado “G. Pascoli” ha dimostrato ormai nel tempo e, soprattutto, nelle situazioni di emergenza come quella che abbiamo iniziato a vivere dallo scorso anno scolastico di essere all’avanguardia nell’uso delle nuove tecnologie e nella formazione in tal senso dei suoi docenti, per questonon poteva mancare a tale appuntamento nazionale e mondiale.