Amati
Amati

E’ stata la Commissione bilancio presieduta da Fabiano Amati ad inaugurare la stagione legislativa della nuova consigliatura.

La seduta ha avuto carattere interlocutorio: ed ha prevalso il tecnicismo, anche per l’assenza giustificata e ampiamente preannunciata dell’assessore al bilancio Raffaele Piemontese cui spettava relazionare sui contenuti, argomenti di carattere finanziario e contabile.

Tutti hanno avuto il via libera con identica votazione: la commissione si è espressa favorevolmente a maggioranza, con il voto contrario del centro destra e l’astensione di prassi del riconfermato presidente Amati.

Dal centrodestra l’unica dichiarazione di voto registrata nel corso della seduta, che ha scontato il contingentamento dei tempi, un percorso obbligato ed a tappe forzate per arrivare all’approvazione del bilancio di previsione entro la scadenza della sessione corrente.
Le opposizioni si sono riservate di esprimere un giudizio politico martedì, quando i disegni di legge approderanno all’esame dell’aula.
Nello specifico la Commissione ha approvato ilo Rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2019 la cui approvazione è stata differita per la straordinarietà della situazione determinata dal Covid-19.

Già adottato lo scorso giugno, il Rendiconto ha ottenuto la parifica da parte della Corte dei Conti ed è stato riproposto tra i primi atti della nuova legislatura, a seguito della decadenza dei progetti di legge non approvati entro il termine della precedente.

Approvata anche la Legge di assestamento e variazione di bilancio di previsione, provvedimento in cui la misura più impattante sotto l’aspetto sociale è il finanziamento sino a fine anno degli assegni di cura per 800 euro a favore di 7700 cittadini pugliesi.

Stesso percorso anche per la ratifica della variazione di bilancio, un disegno di legge contenente interventi assunti con carattere di urgenza, in considerazione della necessità di dare tempestiva attuazione agli interventi legati al contenimento ed alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 ed alla predisposizione di ulteriori misure di sostegno del tessuto socio economico regionale.

La manovra, in particolare, prevede il finanziamento di queste principali misure: 5 milioni e mezzo per l’allestimento dell’ospedale mobile COVID-19 nel quartiere della Fiera del Levante di Bari, 4 milioni per i Consorzi di Bonifica, 1 milione per l’acquisto e la distribuzione di ambulanze alle Aziende sanitarie e Policlinici e 1 milione e 700 mila euro per la Protezione civile regionale.

La Commissione, infine, ha espresso parere favorevole sulla proposta della giunta con oggetto il bilancio consolidato della Regione per l’esercizio 2019.