Educare in comune
Educare in comune

L’Amministrazione Comunale di Locorotondo ha partecipato all’Avviso Pubblico “Educare in Comune”

L’Amministrazione Comunale di Locorotondo ha partecipato all’Avviso Pubblico
“Educare in Comune”, finalizzato al finanziamento di progetti per il contrasto della
povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali ed educative di persone
minorenni, candidando il progetto “BIBLIO 146” all’interno dell’area tematica C
“Cultura, Arte e ambiente”.

Al suddetto avviso, nato per contrastare le disparità che sono alla base della povertà educativa, si potevano candidare azioni di intervento finalizzate a restituire importanza e protagonismo agli attori locali della comunità educante per realizzare modelli di welfare di comunità a sostegno dei minorenni, e dei loro diritti all’apprendimento, alle opportunità culturali ed educative.

La proposta presentata è nata dall’incontro tra quanto in parte emerso dal
processo partecipato “LOCOGIOVANI” – ideato e realizzato dall’A.P.S. “Il Tre Ruote
Ebbro” in collaborazione con il Comune di Locorotondo – e dall’intuizione di
valorizzare e mettere a sistema il caratterisco abitato diffuso e sparso tipico del
nostro comune avuta dall’A.P.S. “Terra Terra” .

Il progetto vuole costruire un modello generativo di welfare culturale per
incrementare le possibilità di accesso dei bambini e dei ragazzi ai contenuti culturali,
implementando un sistema che, avendo come punto di partenza la Biblioteca
Comunale, si dirama nell’agro attraverso l’allestimento di nuovi spazi di incontro,
partecipazione e scambio. In fase di progettazione si è ritenuto importante pubblicare
una manifestazione di interesse rivolta agli enti del Terzo Settore, indirizzata ad
individuare partner con cui co-progettare un intervento che fosse il più possibile
rispondente alle esigenza della comunità.

Alla manifestazione di interesse ha risposto la comunità educante – composta
dalle Cooperative sociali (Lolek, Ludoteca Raggio di Luna, Nido Alice, l’Isola delle
piccole stelle ed Evita Onlus) e dagli Istituti Scolastici (Istituto Comprensivo Statale
“Marconi – Oliva” e I.I.S.S. “Basile – Caramia”) – a cui è stato assegnato il compito di
avviare i nuovi spazi e realizzare attività ludico-formative dedicate alla lettura.

“Nelle settimane scorse siamo riusciti a mettere attorno a un tavolo le nostre
cooperative – commenta l’Assessore alle Politiche Sociali Paolo Giacovelli – che si
occupano di bambini e ragazzi, abbiamo partorito idee, inseguito sogni e siamo
riusciti, nonostante il periodo che stiamo vivendo, a fare squadra. Ci siamo riusciti
grazie alla tenacia e alla competenza di due associazioni che da anni si spaccano la
schiena per dare a tutti le stesse possibilità: il Tre ruote ebbro di Locorotondo e Terra
Terra di Martina Franca. Non so se vinceremo, ma per me quanto creato è solo l’inizio.
Grazie al lavoro degli uffici, tutti coloro che mi hanno aiutato ma ancora di più
grazie agli scettici.