Torre Guaceto premiata nel Principato di Monaco con la riassegnazione della certificazione Aspim

Torre Guaceto ASPIM

La riserva di Torre Guaceto si conferma una delle 39 aree marine con l’ecosistema più ricco e meglio gestite di tutto il Mediterraneo.

Torre Guaceto vanta la presenza di habitat e specie di rilevante valore scientifico e culturale e la loro strategia adottata dall’ente gestore è di qualità, è questa l’attestazione messa nero su bianco dalla Spa/Rac, l’Autorità internazionale che regola le attività delle aree protette, con la riassegnazione della certificazione Aspim. Un importante rinnovo e per nulla scontato che premia la governance del Consorzio.

La celebrazione organizzata in occasione della prima edizione dello Spami day, acronimo inglese delle Aspim, si è tenuta presso il Principato di Monaco, in Francia, ed è stata organizzata nell’ambito del programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, piano d’azione per il Mediterraneo, UNEP/MAP, dal Segretariato della Convenzione di Barcellona, ​​dal Centro di attività regionale delle aree speciali protette Spa/Rac, e dal Segretariato permanente dell’Accordo Pelagos, in collaborazione con il Museo oceanografico di Monaco.

L’evento è dedicato alle Aspim quale strumento di cooperazione Paesi per la conservazione della biodiversità nel Mediterraneo ed ha riunito le parti interessate degli 11 mediterranei che hanno istituito le Aspim, tra le quali i rappresentanti ministeriali, gli enti gestori delle aree protette, le organizzazioni nazionali e internazionali impegnate sul fronte della tutela ambientale.

Al termine della manifestazione, alla quale hanno preso parte il principe Alberto II di Monaco, rappresentanti di alto livello dei Paesi mediterranei e il coordinatore Unep/Map, si è tenuta la celebrazione con la consegna degli “Spami Certificates” ai gestori delle Aspim, tra queste Torre Guaceto.

Leggi anche:  “Mi impegno per la legalità" il bando per gli studenti della Regione Puglia

“Il rinnovo di una certificazione così importante è per noi motivo di orgoglio e grande soddisfazione. L’aver ritirato ringraziato personalmente il presidente Aspim mi ha molto emozionato – ha commentato il Consorzio del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, Rocky Malatesta -, Per questo risultato raggiunto, mi premere chi da sempre con estrema edizione per la tutela e la promozione della riserva, la dirigenza del Consorzio che rappresenta e tutto lo staff tecnico-scientifico dell’ente. Continueremo ad impegnarci per il bene di Torre Guaceto e faremo in modo che i nostri traguardi abbiano ricadute positive su tutto il territorio”.

Si è chiuso così il secondo rinnovo della qualifica Aspim a Torre Guaceto per la prima volta nel 2008 e assegnatario degli anni. A oggi le aree protette come la riserva, sono 39 nel Mediterraneo, di queste solo 12 sono italiane e due pugliesi, Torre Guaceto e Porto Cesareo.
La riserva festeggerà la certificazione il prossimo 31 maggio insieme ad alcuni Istituti scolastici che si muovono dal territorio regionale, raggiungeranno l’area protetta per scoprirla con un percorso alla conoscenza delle caratteristiche che hanno fatto di Torre Guaceto un’Area Specialmente Protetta di Importanza Mediterranea .