Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Sarà presentato venerdì 26 febbraio alle 18, nella sala consiliare di Cisternino, il progetto di odonomastica stradale predisposto dall’amministrazione comunale e realizzato dall’azienda “Doc Artis” di Reggio Emilia. Interverranno il sindaco di Cisternino Donato Baccaro e l’architetto Francesco Lavecchia, coordinatore del gruppo di lavoro che ha programmato i sistemi informativi territoriali e guide satellitari, specifici per il comune di Cisternino. La necessità di elaborare questo piano per la viabilità extraurbana nasce dall’esigenza di collegare e mettere in rete ogni punto del vasto territorio della città. Di qui la creazione di un sistema moderno, sfruttando le nuove tecnologie (Internet, telefonia mobile e Gps), che guidi l’utente nelle strade, nelle contrade ed in ogni punto d’interesse del Comune: santuari, cripte, dolmen, specchie, boschi, masserie, agriturismi, aziende agricole, ristoranti. La viabilità extraurbana di Cisternino potrà essere utilizzabile su smartphone con sistema operativo Android e su iPhone scaricando gratuitamente il programma via internet direttamente dal sito del comune di Cisternino. Il tracciato delle strade, per realizzare il progetto di odonomastica stradale, è stato individuato a partire dalla Cartografia Tecnica Regionale, dalle foto aeree volo 2012, dalle Mappe del Catasto Terreni e dal Piano delle strade comunali. Basteranno per gli utenti pochi click per raggiungere il proprio luogo desiderato. «Finalmente la città di Cisternino sarà dotata – dichiara il sindaco Donato Baccaro- di un servizio che permetterà di collegare il comune in ogni sua area, dal centro abitato, alle strade extraurbane fino all’agro cistranese. Trulli, b&b e tante altre attrazioni e strutture, grazie a questo facile strumento di utilizzo saranno raggiungibili in modo semplice ed immediato». La valenza del progetto è data anche dall’importante lavoro di recupero storico del patrimonio di denominazione delle contrade, masserie e delle strade extraurbane, comunali e vicinali che rischiava di perdersi in maniera definitiva. «Utilizzando al meglio queste nuove tecnologie –s ottolinea il primo cittadino- implementiamo l’accoglienza turistica e favoriamo la conoscenza e lo sviluppo dell’intero nostro territorio». L’elaborazione di questo sistema moderno s’inserisce in diversi contesti di pubblica utilità. «Questa mobilità extraurbana fissa diversi obiettivi ed ambiti di utilizzo. Servirà infatti per la sicurezza, l’assistenza, la protezione civile ed il turismo. Continua, così -conclude il sindaco Donato Baccaro- il percorso che punta a rendere Cisternino una “città giardino”».