Futsal Cisternino: Vietato mollare, 2-2 interno con il Latina

Un punto. Un 2-2 probabilmente giusto, tra due squadre che si sono divisi le posta in palio e i 40’ di gioco. Un pareggio che permette al Cisternino di restare in zona salvezza

Un punto. Un 2-2 probabilmente giusto, tra due squadre che si sono divisi le posta in palio e i 40’ di gioco.

Un pareggio che permette al Cisternino di restare in zona salvezza, anche in virtù degli scontro diretti favorevoli con l’IC Futsal, e al Latina di coltivare ancora il sogno dei playoff scudetto, nonostante la distanza dalle prime otto sia ancora abbastanza. Un’altra prova di cuore, perché recuperare la gara, dopo essere stati in vantaggio nella prima frazione ed essere stati prima ripresi e poi superati non è mai facile, a maggior ragione quando le notizie degli altri campi erano negative per la Block Stem Cisternino. C’è vita e speranza, con l’Eboli che viene risucchiato nella lotta per non retrocedere, l’IC Futsal che prende ossigeno e la Block Stem Cisternino che allunga la propria striscia positiva. Questa volta Leggiero ed Eduardo non regalano il successo con i propri goal, ma consapevolezza di poter fare altri punti fino a fine stagione. 2-2 che mette ancora in corsa il Cisternino, davanti ad un pubblico spaziale. La partita – Giannandrea, alla prima in panchina davanti al proprio pubblico, opta per De Simone, Leggiero, Josiko, Fabinho e Punzi, mentre Kito Ferreira sceglie Basile, Battistoni, Paulinho, Maluko ed Espindola.

La prima parte della gara è lenta e di studio, ma è il Cisternino a trovare il vantaggio, con l’esterno al bacio di Sardella che trova un Eduardo scatenato, 1-0. Poi sale in cattedra Paulinho che prima pareggia e poi prima dell’intervallo porta in vantaggio i suoi. La fase centrale dell’incontro è a favore della squadra di Kito Ferreira, ma verso il finale di gara si rifà sotto la Block Stem Cisternino con Fabinho e Josiko, ma soprattutto con Leggiero che complice una deviazione batte la difesa del Latina, per il 2-2 finale. Postpartita – Al termine della gara, parola ad Eduardo Cangussù:

APPROFONDIMENTI  Trofeo Mr. Judo, successo per i judoka martinesi

“I primi mesi sono stati difficili, ma non ho mai perso la speranza. Peccato per non aver vinto la gara, ma continuiamo a lavorare per tutta la settimana con grinta e volontà, venerdì ci aspetta un’altra battaglia. Bagarre salvezza? Il futsal è così, noi pensiamo alle nostre gare e costruiamoci con le nostre forze la salvezza. Dedica? I compagni mi sono sempre stati accanto e mi hanno dato fiducia, non giocando ho sempre dato il massimo e adesso è arrivato il mio momento. Io ringrazio la mia famiglia e la mia ragazza per essermi stati sempre vicino”. Mister Giannandrea: “La speranza è sempre l’ultima a morire, noi ci proveremo sempre e ci metteremo ancora più grinta e carattere. Chiedo impegno, sacrificio e compattezza di squadra, questi sono gli ingredienti per la salvezza. Risultati sfavorevoli? Pensiamo a noi, il nostro 2-2 è giusto, perché se non arrivi alla vittoria un punto comunque ti permettere di muovere la classifica. Tifosi? Sono sempre stati con noi, sono la nostra forza”

Guarda Anche
Scelti Per Te