Pubblicità

A Casalini, la festa di Padre Pio, a cura del devoto Oronzo “Mastro Max”, chiude l’estate, fra bancarelle di noccioline, funzioni religiose e sparo di fuochi artificiali nella piazza moderna, davanti al monumento del frate cappuccino.

A Casalini, la festa di Padre Pio, a cura del devoto Oronzo “Mastro Max”, chiude l’estate, fra bancarelle di noccioline, funzioni religiose e sparo di fuochi artificiali nella piazza moderna, davanti al monumento del frate cappuccino. Dopo la messa (in orario da definire), musica nazional-popolare, liscio e balli di gruppo offerti da Oronzo, che ci allieterà con la sua voce, tastiera e fisarmonica, nonchè da un chitarrista.