Pubblicità

Il ragazzo aveva 19 grammi di “erba” nel giubbino, e altri 20 a casa. Il fatto nei pressi del “Punzi” a Cisternino

Sembrava uno dei tanti studenti che si affollano davanti al liceo polivalente “Punzi” di Cisternino prima e dopo le ore delle lezioni, ma aveva il giubbino imbottito di dosi di marijuana, e un’altra riserva della stessa sostanza stupefacente nascosta in casa. Ha 15 anni, è anche lui uno studente, ma faceva anche lo spacciatore.

Lo hanno sorpreso in flagrante i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Fasano, nel corso di uno dei servizi nei pressi degli istituti scolastici delle città di competenza, che lo hanno denunciato poi a piede libero alla procura presso il Tribunale per i minori di Lecce.

Quando si è accorto dei militari, il 15enne ha tentato la fuga, liberandosi del giubbino e di un berretto. Ma ìè stato bloccato quasi subito. Recuperato l’indumento di cui il ragazzo di era sbarazzato, i carabinieri vi hanno trovato dosi di marijuana per un peso complessivo di 19 grammi.

Il controllo ha avuto il seguito della perquisizione domiciliare. Qui, in casa del 15enne, i militari hanno trovato altri 20 grammi di marijuana nascosti nel vano caldaia, a dimostrazione del fatto che l’attività di spaccio interrotta non era occasionale. Si indaga per identificare il fornitore della sostanza stupefacente.