Abusi edilizi Ceglie Messapica

Intervenuti per una verifica su scarichi reflui non autorizzati, gli uomini dei Carabinieri Forestali hanno scoperto anche opere edili costruite senza autorizzazione.

CEGLIE MESSAPICA – I militari della stazione forestale di Ceglie Messapica, nell’approfondire le indagini su scarichi di reflui domestici da abitazioni rurali, hanno scoperto che gli stessi immobili a servizio delle quali erano state realizzate le tubazioni, poi risultate abusive, risultavano costruiti da oltre 30 anni senza alcuna autorizzazione.

Il tutto sito in contrada Pezze Sant’Angelo: a seguito del controllo ambientale sugli scarichi, è emerso che nell’atto di donazione in favore dei figli sottoscritto 5 anni fa da tutti i quattro componenti dello stesso nucleo familiare interessati alla transazione, era stato omesso di indicare gli immobili realizzati (abusivamente) nei terreni agricoli oggetto dell’atto.

L’abuso edilizio non è stato naturalmente contestato, in quanto commesso in tempi per cui il termine di prescrizione del reato è stato superato, ma le quattro persone sono state tutte denunciate alla Procura della Repubblica di Brindisi per falso commesso dal privato in atto pubblico, ed è stata comminata una sanzione amministrativa per gli scarichi di reflui non autorizzati, dell’importo da 600 a 3.000 euro.