Brindisi il palazzo della Provincia
Brindisi il palazzo della Provincia
Volantino Spazio Conad Mesagne

Anche l’Assemblea dei Sindaci approva il Documento Unico di Programmazione (DUP), il piano triennale delle Opere Pubbliche e il Bilancio di previsione 2018-2020 della Provincia di Brindisi

Via libera in maniera definitiva al Documento Unico di Programmazione (DUP), al Piano Triennale delle Opere Pubbliche e al Bilancio di previsione 2018-2020 della provincia di Brindisi.

Oggi, l’Assemblea dei Sindaci, convocata per esprimere il proprio parere, così come da normativa in vigore, ha approvato con 13 voti a favore e un astenuto la relazione del presidente f.f. Domenico Tanzarella sul Bilancio triennale di previsione e sul Piano delle opere pubbliche.

Successivamente, il Consiglio provinciale, convocato alle ore 13.00, ha approvato in via definitiva e all’unanimità tutti i documenti finanziari per i prossimi anni.
“Devo dire – ha dichiarato Tanzarella, alla fine della sua esperienza da presidente – con la soddisfazione di chi ha i piedi per terra che quest’anno è stato caratterizzato da un impegno duro e, a tal proposito, sono molto soddisfatto che tanti colleghi sindaci hanno dato atto di tanto lavoro svolto. Mi auguro di aver svolto il compito con onestà e professionalità.

Questa esperienza la conserverò gelosamente insieme alle altre fatte in questi anni a livello amministrativo e politico. Mi ha confortato, in questo, la vicinanza di tutti i consiglieri provinciali e sono contento che si è instaurato anche un ottimo rapporto tra la macchina amministrativa e la parte politica. Il mio saluto affettuoso va al prossimo presidente della Provincia. Continuerò comunque, anche da consigliere provinciale e da vicepresidente, almeno fino a nuove determinazioni, a mettere al servizio delle istituzioni il mio lavoro, frutto di studio e approfondimento. Nessuno da solo è in grado di risolvere problemi e, anche per questo, vado orgoglioso di aver svolto il ruolo di collegamento e coordinamento tra funzionari e dirigenti. E questo è ciò che deve fare uno che ha a cuore le sorti del territorio”.