Carabinieri
Carabinieri
Volantino Spazio Conad Mesagne

Si era rifugiato in Germania, paese a lui ben noto, pensando di sfuggire alla cattura. Ma stamattina, alle 10.30, una squadra delle forze speciali della Polizia tedesca ha interrotto la breve latitanza di RISONOLA Daniele, 40enne da Oria, resosi irreperibile lo scorso 16 novembre quando finirono in manette altre 14 persone in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Brindisi, per concorso in traffico e detenzione illeciti di quantità ingenti di sostanze stupefacenti, porto e detenzione illegali di arma da fuoco, ricettazione, nonché rapina in abitazione.

Ed era proprio la Germania uno dei possibili punti da dove arrivava lo stupefacente destinato poi a rifornire numerose piazze di spaccio del brindisino. Inconfutabile riscontro era stato l’arresto, operato il 31 luglio scorso dai Carabinieri di Francavilla Fontana (BR), nei confronti di TRISOLINI Francesco e VAN HEEL Patricia Theodora Johanna – entrambi raggiunti anche dalla successiva ordinanza di custodia cautelare – i quali, controllati al rientro da un viaggio in Germania, venivano trovati in possesso di circa 40 kili di cocaina, suddivisi in 40 panetti, abilmente occultati in un doppio fondo ricavato all’interno della Peugeot 3008 su cui viaggiavano.

RISONOLA Daniele, sfuggito alla cattura del 16 novembre scorso, era stato dichiarato latitante il 18 novembre successivo e, in tempi brevissimi, il provvedimento restrittivo nazionale era stato tramutato in mandato di arresto europeo. Le immediate indagini consentivano – da subito – di indirizzare le ricerche in territorio tedesco. Le successive, meticolose attività investigative, condotte – in assoluta sinergia – da personale della polizia tedesca e dai Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana (BR) permettevano  infine di localizzare e trarre in arresto il latitante.