Martina Franca. Inaugurato il Punto Ecologico Informatizzato

    Martina Inaugurazione Punto Ecologico
    Martina Inaugurazione Punto Ecologico

    E’stato inaugurato mercoledì 29 aprile, dal Sindaco Franco Ancona e dall’Assessore all’Ambiente Stefano Coletta, alla presenza di numerosi Consiglieri Comunali, il Punto Ecologico Informatizzato in via Toniolo.

    Grazie a un finanziamento regionale di € 150.000,00, ottenuto dall’Amministrazione Comunale il Punto Ecologico Informatizzato (PEI) è ora a disposizione della cittadinanza per conferire plastica, carta, vetro, alluminio, pile e indumenti usati.

    Chi è titolare di un’utenza domestica Tari, può ritirare, gratuitamente, l’Eco-card personalizzata, nella quale saranno memorizzati i punti accumulati, dopo aver pesato il rifiuto differenziato sulla bilancia elettronica. In base al peso e per ogni tipologia di rifiuto, sarà assegnato un punteggio (bonus) che darà vita a una graduatoria. Dopo la prima pesatura, sarà possibile utilizzare anche la tessera sanitaria che riporta il proprio codice fiscale.

    La graduatoria sarà stilata in base agli ecopunti totalizzati da ciascun utente,  si chiuderà il 31 dicembre 2015 e sarà aggiornata e resa pubblica sul sito del Comune di Martina Franca (www.comunemartinafranca.gov.it) nella sezione appositamente dedicata; il Bonus sarà corrisposto in buoni carburanti e/o buoni spesa, fino a un monte totale di € 50.000,00 e il punteggio minimo per partecipare alla graduatoria è di 25 ecopunti. Ogni utente potrà controllare i propri conferimenti, registrandosi gratuitamente sul sito www.martinafranca.ra-di-o.it.

    Leggi anche:  Martina Franca. Inizio anno scolastico, facciamo il punto

    Il Punto Ecologico Informatizzato sarà aperto al pubblico tutti i giorni dalle 8:00 alle 12:00 e il martedì, giovedì, sabato e domenica anche dalle 16.00 alle 19:00 ed è a disposizione per ogni informazione o chiarimento. Inoltre, si può consultare la brochure informativa già in distribuzione o  il sito del Comune.

    E’ un’altra opportunità concreta, che il cittadino ha da oggi a disposizione per iniziare ad abituarsi al nuovo servizio di raccolta dei rifiuti, la cui gara d’appalto, pubblicata dopo 23 anni dall’ultima è a buon punto, e per aumentare la raccolta differenziata, che, nel mese di giugno, dovrà essere incrementata del 5% per evitare l’aumento dell’ecotassa.