Martina, ‘I giorni rubati’: in scena al Verdi il riadattamento teatrale del nuovo romanzo di Gianni Carbotti

    igiornirubati locandina11
    igiornirubati locandina11

    In scena domani sera, sul palco del Verdi, la riduzione teatrale del nuovo romanzo di Gianni Carbotti “I giorni rubati” (Ed. Lupo).

    Il lavoro, nel riadattamento teatrale a cura di Teresa Lofrumento e di Pasquale Nessa, vede protagonista la Compagnia “Le Quinte” e alla regia lo stesso Nessa, in un viaggio indietro nel tempo nella Martina dell’inizio del secolo scorso. “Più tenui forse, ma più vividi; persistenti, come gli odori e i sapori: così sono i ricordi dei vecchi. Quando il passato è ormai lontano, le cose distrutte e le persone sono morte, essi giungono a sorreggere l’immenso castello della memoria.” Questo (più o meno) affermava Marcel Proust… e Gibran Kahlil aggiungeva che “il ricordo è un modo di incontrarsi”.

    igiornirubati_locandinaÈ forse proprio il bisogno di incontro che sollecita il novantenne Benvenuto a ripercorrere la propria lunga vita, o almeno quella parte di essa che è corsa via, intensa, fino al momento in cui il tempo si è fermato lasciandogli il faticoso compito di resistere, per amore, in dolorosa solitudine. È corsa via l’infanzia, nei primi inquieti anni del Ventennio fascista; è volata l’adolescenza, con le fascinazioni dell’intelletto e del cuore; è arrivata una guerra devastatrice che ha spaccato in due l’Italia ma lo ha in buona misura risparmiato.

    Leggi anche:  Il concerto di Ella Armstrong inaugura il calendario degli eventi natalizi

    Ma tutto torna alla memoria di un vecchio stanco: il suono della fisarmonica, i tumulti dei cavamonti, l’odore del fieno, il cigolio del carretto di Giovanni e gli ardori acerbi della giovinezza, lo strazio di Roma città aperta, e gli occhi scuri di “lei”: amabili nella passione, pensosi nelle ombre della veggenza. Ogni cosa si fa incontro a Benvenuto e alla sua sete di perdono, per lasciarlo libero di andare a sua volta…”

    L’ingresso è gratuito, per info e prenotazioni rivolgersi al Teatro Verdi (Piazza XX Settembre – Martina Franca) o al 3393333865.