Pubblicità

Il personale del Distaccamento Aeroportuale si esercita per testare le procedure di primo soccorso da prestare ad eventuali infortunati immediatamente dopo un incidente, in attesa dell’arrivo dell’assistenza sanitaria

Venerdì 14 luglio, il Distaccamento Aeroportuale di Brindisi, ha svolto presso il Distaccamento Straordinario di Punta Penna Grossa, dove ha sede il Centro di Sopravvivenza a Mare, dell’Aeronautica Militare, un’esercitazione di salvataggio, con la simulazione di una emergenza in mare.

Lo scenario simulato è stato quello del recupero in mare di un malcapitato con sintomi da arresto cardiaco a seguito di principio di annegamento. Al malcapitato subito dopo il salvataggio è stato praticato un primo soccorso con le tipiche metodologie Basic Life Support (manovre di supporto alle funzioni vitali), simulando l’uso del defibrillatore.

massaggio cardiaco-2

L’attività coordinata dalla locale Infermeria di Corpo è finalizzata a consolidare le conoscenze da adottare in caso di primo soccorso, per fronteggiare incidenti, infortuni e situazioni di emergenza che sovente si verificano sul posto di lavoro, in casa e nella quotidianità, e che necessitano dell’utilizzo del Defibrillatore Semiautomatico per l’intervento in caso di necessità anche a favore della collettività.

A trarre in salvo il “malcapitato” gli assistenti bagnanti del Distaccamento Straordinario, i quali dopo avere raggiunto terra, lo hanno lasciato alle cure del personale preposto a prestare assistenza simulando l’invio in adeguata struttura ospedaliera con ambulanza.

L’esercitazione è preceduta da un briefing introduttivo tenuto dal Comandante del Distaccamento Aeroportuale di Brindisi, Col. Gioacchino Cassarà. E’ stato illustrato il piano delle esercitazioni per l’anno in corso che si protrarrà per tutto l’arco della stagiona estiva.  Le esercitazioni, a cadenza bi-settimanale, spazieranno su numerosi temi tra cui la salute, la salvaguardia della vita umana, nonché la protezione e la sicurezza del personale.

 

E’ quindi seguito un briefing tenuto dal Capo dell’Infermeria di Corpo del Distaccamento Aeroportuale, nel corso del quale sono state ricordate le nozioni di primo soccorso necessarie ad aiutare eventuali infortunati immediatamente dopo un incidente, in attesa dell’arrivo dell’assistenza sanitaria.

Al termine dell’esercitazione il Colonnello Cassarà, nel ringraziare i partecipanti per la fattiva collaborazione all’attività esercitativa ha evidenziato l’importanza dell’addestramento per poter far fronte ed intervenire in modo consapevole e preparato per mantenere in vita un malcapitato in attesa dell’arrivo di soccorsi qualificati.

Il Distaccamento di Brindisi, posto alle dipendenze del Servizio dei Supporti del Comando Logistico,  fornisce, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno il servizio meteo all’aviazione civile, assistenza ai velivoli di passaggio appartenenti ai Paesi della Nato e il supporto logistico ed amministrativo agli Enti di Forza Armata dell’area brindisina,  assicura inoltre l’assistenza alle Nazioni Unite presenti sul sedime del Distaccamento dal 1994.

Il Reparto garantisce inoltre la sovranità nazionale relativamente alla presenza del Seon sul sedime dell’ex base Usaf, sovrintendendo, nel contempo all’applicazione dello specifico accordo bilaterale siglato nel 2007.