An empty classroom. Despite the end of the coronavirus lockdown, Italy has not yet reopened schools. Trieste, 26th of May 2020. (Photo by Jacopo Landi/NurPhoto via Getty Images)
Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

I sindacati pugliesi “all’unanimità hanno chiesto al presidente Michele Emiliano di rinviare l’avvio delle lezioni in presenza di una settimana o 15 giorni, e di stabilire per tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado la didattica a distanza”. Lo comunica la Regione Puglia al termine dell’incontro in videoconferenza oggi sulla riapertura delle scuole il 7 gennaio, tra il governatore Michele Emiliano, gli assessori Sebastiano Leo, Pierluigi Lopalco e Anita Maurodinoia, con Anna Cammalleri direttrice dell’Ufficio scolastico regionale e i sindacati.

Il presidente Emiliano si è riservato di decidere, anche sulla base dei segnali che verranno dal Governo nazionale nelle prossime ore.

“Ringraziamo i sindacati e l’ufficio scolastico regionale – dichiarano al termine della riunione il presidente e i componenti della Giunta – per il clima costruttivo con cui hanno affrontato i temi connessi alla ripresa a gennaio delle attività didattiche per il primo e secondo ciclo.

Siamo certi che le istituzioni scolastiche insieme con la Regione Puglia, nell’ambito delle reciproche competenze, continueranno a dimostrare l’ottima capacità organizzativa di cui hanno già dato prova negli scorsi mesi. Si lavora senza interruzione, anche di domenica, per trovare le soluzioni più giuste”.