Pubblicità

 Soddisfatti gli esercenti e l’assessore alle attività produttive che ha consegnato gli attestati ai partecipanti

Con la consegna degli attestati da parte dell’assessore alle attività produttive del Comune di Brindisi, Oreste Pinto, si è concluso il corso di formazione, della durata di due giorni, per il commercio elettronico organizzato dal DUC Brundisium.

Grande entusiasmo per i commercianti che hanno aderito all’iniziativa partecipando attivamente alle lezioni tenute dalla docente Tiziana Iozzi.
Il commercio elettronico rappresenta il futuro, soprattutto in un periodo in cui il commercio offline deve fare i conti con costi di gestione troppo alti e con un bacino di utenza limitato all’area geografica in cui lo shop si trova.

Per vendere online i propri prodotti o servizi non basta solo avere un sito di e-commerce, ma è necessario anche sapere “chi vende on line”, “come” vendere utilizzando le migliori tecniche e strategie che solo gli esperti del settore sono in grado di conoscere.

Da qui la necessità di fornire strumenti adeguati agli esercenti che desiderino muovere i primi passi in questo mondo. I commercianti che hanno partecipato al corso hanno imparato nozioni importanti: cosa è il web marketing e quanto è importante per promuovere un’azienda e per dare visibilità ai servizi che offre, come si costruire un brand, il corretto utilizzo dei motori di ricerca, come rendere strategico l’uso dei social ecc.

“Dobbiamo continuare sulla strada intrapresa- ha dichiarato nel corso della consegna degli attestati l’assessore alle attività produttive del Comune di Brindisi, Oreste Pinto- sappiamo che per rilanciare il commercio, nell’ambito di un progetto più generale di rivitalizzazione del centro urbano, è importante fornire agli operatori di settore tutti gli strumenti necessari, compresi quelli per svolgere vendita e promozione on line, attività che vanno ad integrare quella off line fatta sul territorio. La risposta degli esercenti, in termini di partecipazione, lascia ben sperare per l’immediato futuro”