Pubblicità

Anche la riserva di Torre Guaceto protagonista all’EXPO

La vetrina internazione è solo l’ultimo di una serie di riconoscimenti per una delle maggiori eccellenze del territorio, dal punto di vista ambientale. Torre Guaceto è, infatti, protagonista in questi giorni all’ Expo di Milano. Una partecipazione di prestigio, il cui valore si amplifica perché la riserva è stata scelta direttamente dal ministero dell’ Ambiente, insieme ad altre 15 aree naturalistiche, a rappresentare l’ Italia nella campionaria mondiale,come progetto virtuoso, e modello di equilibrio tra agricoltura, pesca e tutela degli ambienti. Si chiama  “Expo e Territori” il progetto ministeriale che ha selezionato Torre Guaceto, tra i migliori esempi, da mostrare ai milioni di visitatori in questa manifestazione. Tre sono le eccellenze pugliesi scelte: oltre all’oasi di Carovigno, anche il Parco del Gargano ed il Parco Alta Murgia. L’obiettivo è ambizioso perché oltre a far conoscere attraverso progetti multimediali a Milano tutte le aree selezionate, punta a creare una rete di contatti rilevante, per ospitare direttamente sul posto i visitatori della fiera internazionale, e quindi far toccare con mano tutte le buone pratiche che vengono realizzate. Dal 21 al 28 maggio prossimo, alcuni operatori di Torre Guaceto, formati nelle scorse settimane grazie ad dei percorsi didattici di FederParchi, saranno presenti nella campionaria mondiale per dare il loro contributo anche a livello informativo e pratico su quanto viene prodotto nella riserva naturale. Tra gli aspetti sicuramente più importanti di questa partecipazione alla vetrina nazionale, la promozione delle aziende che rientrano nell’oasi. E’ su questo ambito che focalizza l’attenzione il delegato Expo di Torre Guaceto Cosimo Santacroce: «Il consiglio d’amministrazione dell’ente ha dato un indirizzo preciso della governance dell’area protetta. Quella cioè di un’azione di tutela e conservazione degli ambienti naturali che deve andare di pari passo con lo sviluppo sostenibile del territorio.  Una forte sinergia con gli attori locali del territorio, pescatori ed agricoltori ed il tessuto produttivo legato alla valorizzazione dei prodotti enogastronomici – conclude Santacroce- che deve continuare ad essere il nostro punto di forza. La presenza nella campionaria di Milano, ci inorgoglisce e sicuramente darà nuovi impulsi per uno sviluppo sempre maggiore della riserva». Collegato all’ Expo, il 9-11 agosto prossimo si svolgeranno come ogni anno i “Mercati della Terra e del Mare” che in questa occasione avranno come tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, ovvero il messaggio chiave che si sta cercando di lanciare nella vetrina internazionale di Milano.