Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

La presidente Capone: “bene l’approvazione della mozione urgente sul deposito nazionale delle scorie radioattive”.

La presidente del Consiglio regionale Loredana Capone commenta l’approvazione in Aula della mozione urgente sul deposito nazionale delle scorie radioattive.

“La Puglia non può continuare a essere martoriata. Non può assolutamente ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi. È già sede, infatti, di numerose attività industriali a elevato impatto ambientale: da quelle legate al ciclo dell’acciaio a quelle connesse alla produzione di energia da fonti non rinnovabili.

Per questa ragione, oggi, in Consiglio regionale abbiamo presentato e approvato all’unanimità, d’intesa con il Presidente del Consiglio regionale della Basilicata, una mozione urgente, firmata dall’Ufficio di Presidenza e da tutti i Capigruppo, che invita la Giunta: a praticare ogni iniziativa utile a far desistere il Governo dalla possibilità di allocare sul territorio il deposito; a nominare una cabina di regia regionale che, insieme ad Anci, all’Università e alle associazioni di categoria, possa dare supporto tecnico, scientifico e giuridico si Comuni coinvolti affinché, insieme al personale tecnico della Regione, siano predisposte tutte le osservazioni fa presentare alla Sogin.

Anche, e soprattutto, alla luce del fatto che le indicazioni sulle idoneità territoriali pubblicate nella Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee allo stoccaggio (CNAPI) appaiono in contrasto con le Linee Guida dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), tanto che la stessa Sogin definisce i siti di Altamura, Gravina e Laterza “parzialmente” idonei. Infatti, alcune delle aree inserite, le Gravine per esempio, sono parte fondamentale di un’area protetta istituita nel 2005”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: