15 milioni di euro per tutelare e conservare l’identità rurale della Puglia

Prosegue il ciclo di incontri del GAL per presentare l’avviso pubblico regionale a Cisternino, Locorotondo e Martina Franca.

Si terrannolunedì 3 ottobre a Cisternino pressola sala consiliare del Comune, il 6 ottobre a Locorotondo presso l’Auditorium “G. Boccardi”ed il 7 ottobre a Martina Franca presso la sala consiliare del Comune(tuttialle ore 18.00) i prossimi incontri dedicati alla presentazione del bando pubblico regionale per la manutenzione, il restauro e la riqualificazione del patrimonio culturale del paesaggio rurale(Misura 7.6) nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020.

“Questo bando dà avvio ad un percorso di valorizzazione del paesaggio che fa leva sulla necessità di intervenire, tutelare e riqualificare uno dei beni che meglio di ogni altro esprime l’identità del territorio della Valle d’Itria. Perché, se è vero che i trulli sono l’elemento di riconoscibilità di questa terra agli occhi dei turisti e del mondo, è vero anche che in alcuni casi versano in stato di obsolescenza e degrado per abbandono” ha dichiarato il presidente del GAL Valle d’Itria Giannicola D’Amico “Questo ciclo di incontri intercetta la necessità degli operatori locali di saperne di più su una opportunità che avrà il beneficio di salvaguardare il patrimonio di bellezza ed unicità della Valle d’Itria.

Leggi anche:  Tutela e conservazione del paesaggio rurale tradizionale pugliese. Buona la prima.

L’avviso pubblicoè rivolto a proprietari privati di trulli, lamie, casedde, pagliare, in pietra o in tufo, a secco e non, ricadenti in zone agricole realizzati entro la prima metà del secolo scorso.I progetti, finanziati al 50%, potranno prevedere interventi di manutenzione, recupero, restauro e ristrutturazione degli edifici per un valore massimo pari a 60 mila €. La dotazione finanziaria destinata alla Misura è pari a 15 milioni di Euro. La scadenza del bando è fissata per il 9 novembre prossimo.

Al seguente link è possibile scaricare il bando completo e la scheda sintetica.