Volantino Spazio Conad Mesagne

L’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Villa Castelli, diretto dalla dott.ssa Grazia Anna Monaco, e la società cooperativa sociale L’Ala, organizzano in collaborazione con il Comune di Villa Castelli, l’associazione Libera Puglia e la Parrocchia San Vincenzo De’ Paoli la settimana della legalità che vedrà coinvolta tutta la comunità educante in diverse iniziative formative ed educative dal 16 al 23 maggio.

Una progettualità di rete dinamica, diversificata e stimolante che tratta i temi della giustizia e della legalità attraverso momenti di formazione, spettacolo, racconti, laboratori educativi e testimonianze delicate e toccanti.

Evento di apertura per la settimana della legalità è l’incontro con il Magistrato Emerito dott. Marco Di Napoli, già Procuratore Capo del Tribunale di Brindisi che si terrà presso l’Auditorium della Scuola Secondaria di 1° grado Dante Alighieri” dalle ore 17:30 alle ore 19:00. Presenzierà all’incontro il Provveditore degli studi di Taranto e Brindisi, il dottor Vito Alfonso.

Degno di nota e di attenzione lo spettacolo “STOC DDÒ” (Meridiani Perduti) che si terrà il 17 maggio alle ore 18:30 presso la Cittadella (via per Grottaglie). È un monologo con Sara Bevilacqua che narra la vita di Michele Fazio, vittima innocente della mafia barese, attraverso i racconti e le parole della madre Lella. Allo spettacolo parteciperanno anche i genitori di Michele, Lella e Pinuccio. L’invito è rivolto all’intera comunità di Villa Castelli.

Riteniamo che attraverso il fare memoria accompagnato dalla formazione di un pensiero responsabile e democratico si possa ricostruire non solo le identità individuali ma il senso della comunità ferita da esperienze così dolorose.

L’educazione alla legalità e alla giustizia come esercizio dei propri diritti e doveri si sviluppa attraverso il rispetto delle regole e la partecipazione attiva alla vita civile e sociale; è un processo di crescita individuale e collettivo dei giovani cittadini e delle istituzioni per incentivare l’assunzione di responsabilità verso la collettività e favorire il contrasto alla criminalità organizzata.