Il Sindaco Gianfranco Palmisano e l’Assessore alle Attività Produttive Roberto Ruggieri hanno visitato stamattina gli spazi espositivi delle aziende martinesi presenti alla 103esima edizione di Pitti Uomo che si svolge a Firenze in questi giorni. A una delle due più importanti vetrine internazionali della moda italiana il “Made in Martina Franca” è rappresentato da alcuni dei brand più noti, Tardia, Berwich, Breras, Bramante, Twenty One, EDO e 0909.

Il fashion delle aziende martinesi è sinonimo della storia, della professionalità e della migliore tradizione dei sarti e dei cappottari che hanno fatto del tessile abbigliamento un settore strategico dell’economia del territorio.

“Rivolgiamo il nostro sentito in bocca al lupo alle aziende martinesi impegnate al Pitti e a quelle che parteciperanno alla Milano Fashion Week, perché questi eventi contribuiscano ulteriormente alla valorizzazione e all’affermazione del loro brand sul mercato internazionale. Soprattutto rivolgiamo loro il nostro ringraziamento per i sacrifici, anche economici, che sostengono per mantenere elevati gli standard qualitativi”. E’ l’augurio del Sindaco Gianfranco Palmisano e dell’Assessore alle Attività Produttive Roberto Ruggieri alle aziende presenti a Pitti Uomo.

Leggi anche:  Start al servizio civile digitale, sei le nuove volontarie a Martina e Crispiano

“Come Amministrazione – hanno sottolineato Palmisano e Ruggieri –  puntiamo a sostenere la filiera del fashion attraverso un piano di sviluppo del territorio incentrato sul Made in Italy, attraverso iniziative tese a qualificare Martina come città della buona moda e attraverso l’Istituto Tecnico Superiore per la Moda Mi.Ti., dando seguito quindi al Protocollo d’Intesa per il Tessile. Sono obiettivi condivisi dall’intera maggioranza, poiché fanno parte degli indirizzi generali di governo, che ci vedranno impegnati con convinzione”.

Guarda Apulia WEB TV