Pubblicità

Nuove disposizione del sindaco di Locorotondo Antonio Bufano per fronteggiare la situazione epidemiologica da Covid-19 sul territorio comunale

Il Comune di Locorotondo comunica che il sindaco Antonio Bufano, visto l’evolversi della
situazione epidemiologica da Covid-19 sul territorio comunale, con ordinanza sindacale del 12 marzo 2021 n. 44 avente effetto dal 13 marzo 2021 e fino al 6 aprile 2021, ad integrazione delle disposizioni introdotte dal D.P.C.M. 2 marzo 2021 e dall’ordinanza del Presidente della Regione Puglia n. 74 del 10 marzo 2021, il cui contenuto viene qui richiamato, dispone quanto segue:

• divieto di asporto di alimenti e bevande dalle ore 18:00 per tutte le attività di ristorazione
comprese nel Codice ATECO 56 (fra cui bar, pub, risotranti, pizzerie, gelaterie. Pasticcerie, food- truck, ecc.) attività comrese nel codice ATECO 47.24 e codice ATECO 10.7 (produzione di prodotti da forno e farinacei, commercio al dettaglio di pane, torte, docliumi e confetteria in esercizi specializzati) e per tutte le attività di commercio al dettagli di bevande in esercizi specializzati comprese nel Codice ATECO 47.25.;

• è fatta salva la vendita con consegna di alimenti e bevande a domicilio;

• chiusura dei distributori automatici h24 di alimenti e bevande a decorrere dalle ore 18:00
alle ore 7:00 del giorno successivo;

• sospensione quotidiana dalle ore 19:00 delle attività di vendita al dettaglio (fatta
eccezione per le attività d vendita di generi alimentari, giornali e periodici, medicinali e articoli medicali, fiori e articoli florovivaistici, tabacchi, combustibili per uso domestico e carburanti per autotrazione, articoli funerari) sia negli esercizi di vicinato, sia nelle medie strutture di vendita, ancorchè ricompresi nei centri commerciali e ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi di cui all’art. 26, comma 2, del D.P.C.M. 2 marzo 2021;

• è ammesso lo svolgimento dell’attività con orario continuativo e avvalendosi della
consegna a domicilio a condizione che vengano rispettate tutte le disposizioni vigenti atte a
prevenire il contagio da COVID-19;

• sospensione quotidiana dalle ore 19:00 delle attività artigianali ivi incluse quelle dei
servizi resi alle persone;

• divieto assoluto e quotidiano dalle ore 20:00 alle ore 5:00 del giorno successivo di
spostamenti, se non per motivate esigenze lavorative, per situazioni di necessità ovvero per motivi
di salute, previa esibizione di apposita autocertificazione;

• raccomandazione di evitare ogni occasione di contatto con persone al di fuori del proprio
contesto abitativo e di rimanere nella propria casa il maggior tempo possibile;

• sospensione dei servizi educativi e sportivi per i minori e delle attività scolastiche e
didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, con utilizzo esclusivamenta della modalità della didattica a distanza -DAD;

• non è consentito lo svolgimento dell’attività sportiva e dell’attività motoria in genere
presso centri e circoli sportivi sia all’aperto che al chiuso. È consentito invece svolgere attività motoria all’aperto e in forma individuale.

“ Come annunciato nelle scorse ore – comunica il sindaco Antonio Bufano – ci siamo visti
costretti ad assumere misure ancor più stringenti rispetto a quanto già previsto dalle disposizioni della Regione Puglia. Confido nella responsabilità di tutti, comprendendo le preoccupazioni di commercianti, famiglie, genitori, studenti, docenti, personale e tutti coloro che stanno compiendo importanti sforzi per affrontare questo delicato momento. Un’attenzione particolare si è intesa rivolgerla alle fasce più deboli, ai soggetti affetti da patologie ed ai minori. La mia prima preoccupazione, da sindaco e da cittadino della nostra comunità, è quella di tutelare la salute pubblica. Questa è la ragione fondamentale che mi ha portato ad assumere questa iniziativa, assieme a quella di contenere la diffusione del contagio. Continuo a confidare nel buonsenso di tutti”.