Healthcare cure concept with a hand in blue medical gloves holding Coronavirus, Covid 19 virus, vaccine vial
Pubblicità

“Vaccine days” ponte pasquale per genitori, tutori affidarati caregiver, familiari conviventi dei minori disabili gravi

Si informa che la Cabina di Regia della Regione Puglia, allargata ai Distretti Sanitari delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale, ha promosso l’organizzazione in tutta la Puglia di due giornate di vaccinazione anti Covid-19 in occasione delle festività pasquali, destinate ai genitori/tutori/affidatari/caregiver/familiari conviventi dei minori di 16 anni (nati dopo l’1/1/2005) in condizione di disabilità grave (ex art. 3 comma 3 legge 104/92).

Anche il Comune di Locorotondo aderirà all’iniziativa, organizzando la doppia giornata di vaccinazione – domenica 4 aprile e lunedì 5 aprile, dalle ore 9 alle ore 13 – presso il centro vaccinale di Via Difesa.
I genitori/tutori/affidatari/caregiver/familiari conviventi dei minori di 16 anni in condizione di disabilità grave, che non siano essi stessi in condizioni di estrema vulnerabilità, potranno prendere parte alla somministrazione di dosi di vaccino Astrazeneca recandosi personalmente, nelle due giornate sopraindicate (Pasqua e Pasquetta) e negli orari stabiliti (9-13), muniti di:
 documento di identità e tessera sanitaria in corso di validità;
 copia di certificato di riconoscimento della condizione di disabilità
grave (ex legge n. 104/92 art. 3 comma 3) del minore di cui si
prende cura e/o di cui si è familiare convivente;
oppure
 apposita autodichiarazione, resa ai sensi e per gli effetti del DPR n. 445/2000, utilizzando il fac-simile che può essere scaricato sul sito del Comune di Locorotondo al seguente link:
http://www.comune.locorotondo.ba.it/covid

“ Ringrazio tutti gli operatori – ha affermato il primo cittadino Antonio Bufano – che in queste ore si stanno adoperando per l’organizzazione di questo importante ponte pasquale denominato “Vaccine Days”. L’adesione del Comune di Locorotondo a questa importante iniziativa, denota la nostra assoluta attenzione e sensibilità nei confronti dei soggetti minori
estremamente vulnerabili ed in condizioni di disabilità grave.

Non esistendo, al momento, un vaccino indicato per la loro fascia d’età – ha proseguito il sindaco – è opportuno procedere con l’immunizzazione di tutti coloro che, in un modo o nell’altro, mantengono stretti contatti con i soggetti fragili. Ringrazio infine tutti i medici di medicina generale che hanno dato la loro disponibilità per inoculare le dosi AstraZeneca”.
La presente comunicazione ha carattere di urgenza.