Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Si è svolto l’11 marzo a Palazzo Ducale l’ incontro per le adesioni al secondo “Patto per la lettura” nell’ambito del titolo attribuito per la seconda volta alla città di Martina dal Ministero dei Beni e delle Attività quale “Città che legge”.

Nell’incontro il pediatra e consigliere comunale Paolo Vinci ha illustrato il progetto “Nati per
leggere” in accordo con la Fondazione nazionale e Associazione nazionale delle biblioteche, Centro per la salute del Bambino e Associazione culturale dei Pediatri. Su “Nati per leggere” è previsto un incontro monotematico successivo.
Sono state registrate molteplici adesioni in presenza ed online: Associazioni culturali, il Presidio del libro, Fondazioni, Scuole (dagli asili nido agli Istituti comprensivi e superiori), singole personalità, librerie, due realtà economiche (Rossorame e Associazioni librai italiani di Confcommercio), il Villaggio S.Agostino, la Società artigiana, Poiesis editrice con i Seminari di Marzo. Le stesse possono ancora pervenire entro il 15 marzo secondo la scheda approvata con delibera di Giunta n. 50 il 25 febbraio 2021.
Dal 2012 la città è cresciuta molto sul piano della lettura e della cultura del libro.
In questo decennio la città ha visto affermarsi belle intelligenze nella scrittura a livello nazionale ed oltre; si sono svolte molteplici iniziative culturali, fra cui il Festival di Letteratura a fumetti giunto alla 5° edizione, con la presenza in città di autrici ed autori di ampio respiro internazionale, nazionale, regionale e locale.
Sono state aperte anche due nuove librerie, di cui una dedicata all’infanzia, che si aggiungono alle tre esistenti. Sono nate 7 nuove biblioteche: alla Basilica di San Martino, con testi ed archivio di grande rilevanza storica intitolata a monsignor Nicola Margiotta; al Villaggio S. Agostino, intitolata allo storico scomparso tre anni or sono Teo Pizzigallo con donazioni di preziose collane; alla Società Artigiana, con intitolazione allo studioso Michelangelo Semeraro; al CAV con donazioni; all’ Asilo nido Primavera con BiblioBimbi, agli Istituti Comprensivi Marconi e Chiarelli e presso la Fondazione Miceli con la Biblioteca Sociale.
La Biblioteca Comunale “Isidoro Chirulli ” è stata rinnovata con il progetto regionale “Biblioteca di Comunità” in corso di completamento con l’ istituzione della Biblioteca per Bambini e famiglie attigua a quella Comunale.
Ora si tratta di costruire una rete tra queste biblioteche, puntando anche alle periferie e nelle contrade di San Paolo e Carpari.
È stato costituito anche un Comitato di volontari per attuare il Patto per la lettura.
“Sono molto grato a tutti coloro che hanno aderito al secondo patto per la Lettura. Una grande emozione per le tantissime iniziative culturali legate al libro durante tutto l’anno. Ora anche online. Una significativa crescita civile e culturale di Comunità. Ora puntiamo alle periferie e a Nati per leggere” , commenta Antonio Scialpi assessore alle Attività culturali Diritto allo studio.
“Colgo con piacere questa adesione al Patto per la lettura, sicuro che questo robusto
associazionismo culturale saprà diffondere anche la lettura tra i ceti sociali delle periferie tra gli adolescenti e tra tutti coloro che possono far crescere ancora di più la città”, dichiara il Sindaco Franco Ancona.

POTRESTI ESSERTI PERSO: