Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Ha avuto inizio ieri, lunedì 19 aprile,  l’esperienza didattica “all’aperto” presso l “Aula Natura” attrezzata in Viale De Gasperi a Martina Franca presso la Caserma Reparto dei Carabinieri per la biodiversità, dove vengono gestite aree a verde e un vivaio.

A fare da apripista le ragazze e i ragazzi della seconda primaria dell’I.C. Giovanni XXIII con le insegnanti Rosanna Magli e Grazia Zaccaria. La lezione, dalle 9.00 alle 11.00, si è svolta sotto la guida dell’ appuntato Maria Grazia Galiani e il brigadiere Danilo Russo, accompagnati dai volontari universitari provenienti da diverse città e paesi del progetto “ Life Esc 360”che stanno svolgendo stage nelle Riserve statali gestite dai Carabinieri per la biodiversità.

Nei mesi scorsi il comandante Giovanni Notarnicola con il suo staff ha attrezzato l’area a verde del vivaio ad “Aula Natura” con banchi, sedioline e scrivania in legno costruite artigianalmente dalle proprie maestranze, con lavagna, piante autoctone, animaletti scolpiti in pietra. Presenti anche scritte in più lingue per consentire, da una parte, la continuazione dei progetti di Educazione ambientale che, prima del Covid, si svolgevano nell’incantevole oasi di Masseria Galeone, e , dall’altra, soprattutto, per offrire alle scuole della città un’opportunità per fare lezione all’aperto, secondo un calendario già ricco di prenotazione da parte dei vari istituti scolastici, cooperative educative ed associazioni.

In questa prima “Aula Natura” è stata allestito anche un “BookCrossing” per favorire lo scambio di libri per la lettura e, quindi, per prestare lo spazio ad incontri di lettura e di presentazione di Libri in uno splendido ambiente con affaccio sulla Valle d’Itria. Tra l’altro, il Comando ha aderito al Patto per lettura di “Martina città che legge”, recentemente organizzato dall’Amministrazione.

In verità, nel Piano comunale per il diritto allo studio 2021 approvato all’unanimità da Consiglio comunale con delibera n. 75il 10 dicembre 2020, l’Assessore al Diritto allo Studio, Antonio Scialpi, di concerto con l’Assessore all’Ambiente, Valentina Lenoci, aveva prospettato questa modalità didattica come progetto strategico al tempo del Covid per favorire le lezioni in presenza ed in sicurezza.

Di conseguenza, dopo la recente approvazione del Bilancio di previsione 2021,
l’Amministrazione Comunale di Martina ha adottato la delibera n. 92 del 13 aprile u.s. per avviare la realizzazione di “Aule Natura” in alcune scuole con giardino, a partire dagli Istituti comprensivi “Chiarelli”, “Grassi” e “Marconi” , proseguendo in seguito con altri istituti e ordini di scuola, in collaborazione con i Carabinieri per la Biodiversità disponibili a donare scrivanie in legno e piante autoctone, coinvolgendo anche privati e associazioni.
“Sono contentissimo per questa bella esperienza di scuola all’aperto a contatto con la natura e per questa collaborazione. Ho notato molta attenzione e felicità tra i docenti e i ragazzi ed entusiasmo tra il personale dei Carabinieri per la biodiversità che vogliamo ringraziare di cuore per aver attrezzato queste aree come spazio didattico nuovo e all’avanguardia” ha dichiarato l’Assessore al diritto allo studio Antonio Scialpi dopo la visita presso la Caserma.

“La pandemia da Covid-19 ha influenzato notevolmente il mondo della Scuola e stravolto le
modalità di apprendimento di bambini e giovani, costretti nel giro di pochissimo tempo, ad una didattica di “emergenza”. L’utilizzo dei dispositivi informatici è stato sicuramente vitale fino a questo momento ma la Scuola è altro e per poter svolgere a pieno la sua funzione di “agenzia educativa” necessita di condizioni di spazio, tempo, relazione, che si possono attivare unicamente in presenza. Non abbiamo la presunzione di dare una soluzione definitiva a questa situazione, ma i bambini questa mattina erano felici e lo erano anche le loro insegnanti perché nel contatto con la natura hanno riassaporato la “normalità”.

Se l’impegno che stiamo portando avanti per rendere più accoglienti e funzionali i giardini scolastici servirà anche in parte ad aiutare la Scuola in questa complessa fase, ancora una volta saremo contenti di avremo fatto la nostra parte per il bene della comunità” ha sottolineato Valentina Lenoci Assessore all’Ambiente.