Continua la marcia incessante della capolista Nuova Pallacanestro 2001 Ceglie

E’ un Ceglie indomabile ed instancabile quello visto in terra salentina nell’anticipo di sabato del campionato di Serie D Regionale.
I gialloblu, infatti, hanno centrato senza alcun affanno il diciassettesimo risultato utile consecutivo inscenando di fronte al numeroso pubblico di Calimera e ai rumorosi ed irrefrenabili ultras cegliesi accorsi nella città leccese una prestazione di grande spessore tecnico che ha dato ancora una volta un segno tangibile dello strapotere della capolista in questa splendida stagione.
Gara che parte immediatamente con i gialloblu in assedio nei primissimi possessi di gioco, alcuni errori cegliesi in fase realizzativa favoriscono l’offensiva dei locali che approfittano senza esitare per mettere a referto con il classe ’95 Panese i primi due punti del match (2-0).
A rompere definitivamente il ghiaccio ci pensa il solito Serpentino, autentico dominatore e dispensatore di viaggi in lunetta per i messapici che trovano subito il pareggio proprio con il pivot con la casacca numero 15 (2-2).
I ragazzi di coach Quarta restano in gara per tre minuti circa prima dell’inizio del monologo cegliese che prende il via dalle mani di un Milone impietoso dai 6,75 con due bombe messe a segno nei primi dieci minuti di gara alle quali si aggiungono le realizzazioni dello scatenato Crovace e del capitano cegliese Damiano Faggiano, autentico mattatore di serata con un trentello deluxe per lui; termina 13-29 il primo periodo.
Secondo quarto ancora interamente di marca messapica: Saracino e Montinaro colpiscono da tre punti per tentare di riaprire i giochi ma la gara non tende a cambiare e vede ancora Faggiano bucare più volte la tenera difesa salentina senza troppe difficoltà.
Prima della pausa lunga ci mette la firma da tre punti anche il numero 11 Gianluca Argentiero, rientrante dopo lo stop precauzionale della scorsa settimana a causa di un piccolo problema fisico; si chiudono 27-50 i secondi dieci minuti di gioco.
Il rientro dopo la pausa lunga vede un timido tentativo di riavvicinamento dei locali subito soffocato dal trio Faggiano-Serpentino-Milone ispirati dai soliti Crovace e Lasorte, fonti inesauribili di assist e numeri strappa applausi; 44-68 il punteggio del penultimo periodo.
Ultimi dieci minuti di mera gestione e ampliamento del vantaggio per la corazzata cegliese, a segno più volte per il team di coach Caricasole il duo Urso e Semerano con il numero 5 Lasorte che chiude definitivamente le ostilità siglando l’ennesima tripla dell’incontro per il 58-91 che consegna così bottino pieno ai gialloblu che si portano a +10 dalla Mens Sana Mesagne sconfitta in questo turno sul proprio parquet dall’Action Now! Monopoli (62-70).
Proprio i monopolitani di Calabretto e compagni con la vittoria giunta in terra brindisina diventano così la vera e propria anti-Ceglie che tenterà fino alla fine di tenere vive le speranze di tutte le squadre della parte alta della classifica per allungare il campionato fino ai play off ed impedire la promozione diretta in Serie C Nazionale dei gialloblu, i quali nel prossimo turno ospiteranno sul parquet del Palasport 2006 il FAS s.p.a. Corato, formazione tra le più in forma del campionato reduce da un brillante successo interno contro l’U.S. San Pietro.
Vito Giordano
Ufficio Stampa “N.P. Ceglie 2001”

Guarda Apulia WEB TV