Apre in questi giorni il bando della VII edizione del Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea, la competizione internazionale che evidenzia le potenzialità espressive, estetiche, comunicative e costruttive dell’alluminio.

Una competizione che è occasione di incontro tra artisti di diversi paesi, che mette in contatto varie culture europee e incoraggia lo scambio, la condivisione e l’arricchimento reciproco di tutti i partecipanti. È inoltre un perfetto connubio tra impresa e arte contemporanea: infatti è la CO.ME.L. (Commercio Metalli Latina, azienda leader nel commercio e lavorazione dei profilati in alluminio) l’ente che promuove e sostiene il Premio, istituito in ricordo della signora Vanna Migliorin, cuore pulsante della famiglia Mazzola e dell’azienda da loro diretta da ben 50 anni.

Il Premio COMEL ha visto crescere l’interesse anche da parte del mondo accademico i cui esponenti hanno partecipato attivamente alle varie edizioni, sia in veste di giurati che di artisti, in due casi vincendo a pieno titolo: nel 2016 Luce Delhove, Accademia delle Belle Arti di Brera e nel 2017 Rosaria Iazzetta, Accademia delle Belle Arti di Napoli.

La competizione è aperta agli artisti dai 18 anni in su, che vivono e lavorano in un Paese del continente europeo, purché l’opera iscritta rispetti il tema di quest’anno: Armonie in Alluminio. Tema che nasce direttamente dall’osservazione delle caratteristiche di questo metallo: per l’edizione 2018 viene presa in considerazione l’elevata conducibilità dell’alluminio, ovvero la sua ottima capacità di condurre energia, calore e suono.

Gli artisti, come direttori d’orchestra, sono chiamati a plasmare i materiali, tra i quali dovrà spiccare l’alluminio, per creare un tutt’uno armonico.

Una giuria di esperti selezionerà 13 artisti finalisti che esporranno l’opera iscritta presso lo Spazio COMEL Arte Contemporanea, sede esclusiva del Premio e galleria di Latina che ospita, a titolo completamente gratuito, esposizioni di artisti contemporanei e importanti retrospettive come quelle dedicate ad Alberto Burri nel 2015, Afro Basaldella nel 2016 e Pietro Consagra nel 2017.

Tra i 13 finalisti sarà scelto un vincitore che tornerà allo Spazio COMEL per una personale con catalogo dedicato e riceverà un premio in denaro pari a 3500 euro.
L’iscrizione è gratuita.

Per iscriversi o ricevere maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.premiocomel.it