A Fasano dal 19 al 27 ottobre Festival della Scienza e della decisione politica: sabato 19 appuntamento inaugurale con Elena Cattaneo e Gustavo Zagrebelsky

Torna a Fasano il Festival della Scienza. “Un momento in cui si combatte per restituire il trono al buon senso e il prestigio alla prova. Un evento per restituire ossequio al sapere e ai maestri che lo danno, com’è scritto nella lettera che tutti i padri hanno l’ideale di scopiazzare da Edmondo De Amicis e mandare ai figli col libro del loro Cuore: “E pronuncia sempre con riverenza questo nome – maestro – che dopo quello di padre è il più nobile, il più dolce nome che possa dare un uomo a un altr’uomo” – afferma il Consigliere Regionale Fabiano Amati, che introdurrà e coordinerà l’evento inaugurale del Festival, sabato 19 ottobre alle ore 18.00, al Teatro Sociale: si tratta dell’incontro “Elogio del Maestro: per una democrazia della conoscenza” con la senatrice e scienziata Elena Cattaneo e il giurista Gustavo Zagrebelsky.

Dopo il successo dello scorso anno, la manifestazione promossa dal Comune di Fasano con il sostegno della Regione Puglia – in programma dal 19 al 27 ottobre – si propone quale punto di riferimento per la divulgazione della conoscenza, occasione di incontro tra ricercatori, scienziati, scuole, esponenti del mondo della politica e della comunicazione. Questa seconda edizione, promossa con la direzione artistica di Pino Donghi, è dedicata al tema “Un grande balzo per l’umanità”, omaggio al primo piccolo passo compiuto da Neil Armstrong sulla superficie della Luna, la notte tra il 20 e il 21 luglio del 1969, che fu di fatto un grande balzo per l’umanità.

L’idea di un Festival della Scienza nacque in occasione del convegno su scienza e politica svoltosi a Fasano nel marzo 2017 con la scienziata e senatrice a vita Elena Cattaneo. Anche quest’anno verranno analizzati temi di attualità scientifica grazie all’intervento di prestigiosi rappresentanti del mondo Accademico e della Ricerca. L’occasione è dunque propizia per mettere in moto un meccanismo virtuoso tra le scoperte scientifiche e le decisioni politiche. Il progetto prevede la partecipazione di autorevolissimi esponenti del mondo scientifico e una serie di attività da realizzare con il coinvolgimento delle scuole.

POTRESTI ESSERTI PERSO: