“N.P. Ceglie 2001” Olympia Rutigliano 47-90 N.P. Ceglie Parziali: 17-32/ 8-14/ 13-19/ 9-25
Tabellini Olympia Rutigliano: 
Stimolo 7, Dell’Edera 2, Gallo 3, Gioiello 3, Lioce 1, Roca (CAP) 8, Fervaglio 16, Borracci 2, Palazzo 5, Napoletano 0. All. Alba A. – Vice: Dell’Edera M.
Tabellini N.P. Ceglie: 
Milone 13, Semerano 1, Argentiero 5, Crovace 15, Serpentino 12, Maggio 4, Faggiano (CAP) 18, Laneve 3. Urso 13, Galasso 6. All. Caricasole G. – Vice: Suma S. Arbitri: Gaballo V. – Pocognoni S. Usciti per cinque falli: Dell’Edera (Olympia Rutigliano)

Continua incontrastato il cammino della capolista N.P. Ceglie 2001 nel campionato di Serie D Regionale con la settima vittoria consecutiva che arriva agevolmente contro il fanalino di coda Olympia Rutigliano di coach Alba nel freddo Tensostatico barese. Gara che già alla vigilia presentava una chiara favorita con i locali costretti a tentare l’impresa per agguantare due punti importanti utili a dare uno scossone a questa prima metà di girone di andata che ha visto la giovane formazione rutiglianese uscire sempre sconfitta nelle prime sei giornate. Match che, smentendo ogni aspettativa, parte con un sostanziale equilibrio fra le due formazioni con il quintetto di coach Alba subito a segno al primo possesso con Fervaglio (2-0). La risposta messapica è però veemente con il solito Crovace in veste di trascinatore con percussioni personali e assist per il cinico Faggiano (2-6). Il buon break messapico (0-6) non intimorisce tuttavia i locali in casacca bianca ancora a segno con il classe ’96 Stimolo (4-6). I buoni propositi dei rutiglianesi tuttavia vengono immediatamente annullati grazie alle giocate di Milone e Faggiano che mettono ancora la loro firma per il +6 (10-4). La seconda metà del primo quarto prosegue ancora con uno show personale di Crovace che penetra più volte nella tenera difesa locale guadagnandosi più volte viaggi in lunetta utili ad aumentare ancor di più il gap; il primo periodo si conclude con Serpentino che mette a segno sotto le plance 6 punti e Milone a segno dai 6,75 entrando anche nella veste di assist-man per Faggiano che conclude appoggiando al tabellone il pallone del +15 (17-32) che appare già come una sentenza dopo la fine del primo quarto. Secondi dieci minuti di gara che vedono gli uomini di coach Caricasole mettere al sicuro il vantaggio con una bomba di Argentiero e diverse realizzazioni del duo Faggiano-Serpentino per il +21 dopo venti minuti di gioco (46-25). La pausa lunga riconsegna le squadre al campo con i gialloblu che gestiscono senza particolari problemi il vantaggio conquistato; coach Caricasole manda in campo i più giovani concedendo loro una buona metà di gara per dare il loro contributo alla causa gialloblu, buonissime le loro prestazioni con tutti i ragazzi a segno, lode particolare per Urso, dimostratosi grande trascinatore con due triple e diversi contropiedi a segno; a referto anche Semerano, Galasso (classe ’99), Laneve e Maggio per il definitivo 47-90 che consente ai gialloblu di ritornare a casa con altri due punti pesanti quanto fondamentali per la classifica che vede al giro di boa del girone di andata la N.P. Ceglie avanti di due punti sull’insegutrice Mens Sana Mesagne, vittoriosa nell’ultimo turno in quel di Brindisi contro la compagine dell’Aurora.

Vito Giorndano Addetto Stampa “Nuova Pallacanestro Ceglie 2001”

POTRESTI ESSERTI PERSO: