Parte oggi, 5 novembre, la presentazione  delle attività del Laboratorio Policentrico di Antiche Arti e Mestieri previsto nell’ambito del progetto TUR. Puglia – Promuovere il Sistema Turistico Locale sostenibile Pugliese.

Il laboratorio permanente, grazie ad una proficua intesa siglata con Istituto Superiore “PANTANELLI-MONNET”, avrà sede presso una delle aule didattiche dello stesso istituto superiore, in C.da San Lorenzo ad Ostuni.

Il Laboratorio Policentrico di Antiche Arti e Mestieri ha l’obiettivo di recuperare e valorizzare, attraverso il coinvolgimento degli artigiani e delle maestranze locali, uno o più mestieri tipici del territorio locale.

Il laboratorio verrà gestito direttamente dagli artigiani che organizzeranno delle attività rivolte al turista che vorrà vivere un’esperienza immerso nella cultura locale, e ad apprendisti, ovvero ragazzi che vogliono imparare le tecniche e i processi di trasformazione artigiani.

In quest’ottica prenderà il via, martedì 10 novembre, il primo laboratorio sul restauro del legno e pietra, tenuto dal maestro artigiano Francesco Farina.

I primi “allievi” si cimenteranno con il recupero di vecchi arredi della cultura rurale messi a disposizione dai alcuni dei beneficiari delle Misure Leader della programmazione 2007 – 2013 del Gal Alto Salento.

Il primo corso avrà durata di 12 ore e si terrà in tre giornate, successivamente partiranno i laboratori di Tonino Zurlo, noto poeta ed artigiano locale, per la realizzazione di utensili e monili con il legno d’ulivo. Poi, ancora, il Laboratorio sulla ceramica dell’arredo rurale con Luigia  Zurlo, il Laboratorio su manifatture tessili con Clea Alfarano, il Laboratorio sulla pasta fresca con Maira de Carolis,  il Laboratorio sui cesti con Valentina Merico ed infine il Laboratorio sui saponi di  Maria Antonietta Trinchera.

E’ possibile iscriversi gratuitamente a ciascuno di questi laboratori scaricando l’apposita scheda dal sito del GAL Alto Salento o contattando direttamente gli uffici al numero telefonico 0831.093207.

I corsi sono rivolti ad allievi di qualsiasi livello egli obiettivi di miglioramento saranno commisurati in base al grado di esperienza di ciascun.

Contestualmente alla partenza dei primi laboratori, il GAL Alto Salento ha programmato progetti pilota degli stessi laboratori presso il Circolo Didattico “Pessina-Vitale” ed il “Giovanni XXIII”, con l’obiettivo di far vivere una particolare esperienza ai giovani allievi, ma anche per sensibilizzare circa l’importanza delle tradizioni locali quale potenziale nuovo motore dell’economia rurale e turistica.

Il progetto di cooperazione “TUR.Puglia – Promuovere il Sistema Turistico Locale sostenibile pugliese” sviluppato da una rete costituita da 8 GAL pugliesi, con capofila GAL Terra d’Otranto, infatti, contribuisce pienamente all’attuazione della strategia del Piano di Sviluppo Locale del Gal Alto Salento. Tale strategia, infatti, punta a realizzare un sistema di sviluppo rurale che sia integrato e basato sulle risorse locali, in grado di valorizzare le potenzialità produttive, agricole, naturali e culturali endogene, grazie al consolidamento dell’imprenditorialità esistente, alla crescita della cultura locale e alla partecipazione ai processi decisionali e aggregativi.

Gli obiettivi specifici del Progetto TUR.Puglia puntano allo sviluppo di un’offerta turistica integrata e mirano in prima istanza al coinvolgimento della comunità locale sia come destinataria di azioni di informazione e sensibilizzazione sia come soggetto che partecipa a processi decisionali e di strutturazione di servizi per il miglioramento dell’offerta turistica stessa, in un’ottica di bottom up (attraverso il coinvolgimento degli stakeholders del turismo rurale ).

Sempre attraverso il coinvolgimento delle comunità locali si realizza lo sviluppo di nuova imprenditoria, la valorizzazione delle risorse e della cultura del territorio, elementi cardine dell’offerta turistica integrata. Tutte le risorse territoriali, quindi, diverranno parte attiva di un processo di natura interterritoriale di sviluppo di una rete di sistemi turistici locali sostenibili, in cui ogni comunità locale diviene principale soggetto di tutela del territorio stesso, rafforzando la sua identità attraverso lo scambio reciproco di buone pratiche e know-how.

“Una nuova e non trascurabile opportunità di crescita per il territorio dell’Area Leader Alto Salento – afferma il Presidente del GAL Avv. Domenico Tanzarella – e grazie al Progetto di Cooperazione TUR.Puglia e con un lavoro tenace si potrà ottenere la creazione delle reti di impresa e servizi in ambito turistico, permettendo la collocazione e l’offerta sul mercato del prodotto Territorio”.

“Auspichiamo infine che l’intesa con l’Istituto Superiore “PANTANELLI-MONNET” per il Progetto TUR.Puglia – continua il Presidente Tanzarella – sia l’inizio di una reciproca collaborazione utile a mettere in atto altre iniziative comuni che promuovano il valore paesaggistico del territorio, la storia e le tradizioni delle persone che lo vivono e lavorano”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: