Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte del Commissariato di P.S. di Ostuni che, in particolare, nei giorni scorsi, eseguiva specifici controlli nel Comune di Ceglie Messapica unitamente al personale della locale Polizia Municipale.

Le operazioni, coordinate dal Dirigente del Commissariato, Commissario Capo Gianni ALBANO e dal Comandante della Polizia Municipale cegliese, Capitano Cataldo BELLANOVA,  permettevano di identificare diversi soggetti, passando altresì al setaccio autovetture e locali privati del posto, abituali punti di ritrovo.

Neacsu Florin CiprianLe verifiche espletate sul territorio venivano svolte in maniera particolareggiata al fine di poter pervenire al rintraccio di un soggetto nativo della Romania, sul cui conto pendeva una condanna a 3 anni di reclusione per reati commessi in patria, così come segnalato dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale su indicazione dei collaterali organi investigativi con sede in Bucarest.

Le ricerche, fin da subito, non apparivano particolarmente agevoli, dal momento che il ricercato, pur risultando residente in una determinata via del Comune cegliese, tendeva a mutare frequentemente domicili, proprio al fine di non dare certi riferimenti in merito alla propria persona e alle proprie abitudini di vita.

Nonostante ciò, la conoscenza del territorio da parte degli operatori ed, ancor di più, da parte dei colleghi della Polizia Municipale, finiva per rivelarsi decisiva e risolutiva.

Ricordando di un recente intervento eseguito all’ interno di una palazzina per questioni connesse a diverbi condominiali, durante la quale si procedeva all’ identificazione completa delle persone coinvolte, si incrociavano i dati acquisiti con quelli di cui alla segnalazione del ricercato in possesso degli Agenti del Commissariato della Città Bianca, riuscendo ad individuare con certezza l’attuale domicilio del rumeno.

Si cinturava la zona al fine di evitare possibili vie di fuga e, una volta accerchiato l’ obiettivo, si accedeva all’ appartamento alla ricerca del fuggitivo.

 Ed effettivamente, a conferma dell’ esattezza dell’ attività di acquisizione delle informazioni preliminari, all’ interno si rintracciava il ricercato che, ormai individuato, non opponeva particolare resistenza nei confronti degli operatori.

Si raggiungevano gli uffici del Commissariato ostunese ove l’ uomo veniva sottoposto a fotosegnalamento onde accertare oggettivamente l’ esatta corrispondenza dei dati anagrafici di cui alla nota di ricerca e quelli del fermato.

Il successivo esito non dava scampo all’ individuo corrispondente proprio al rumeno sul quale pendeva un Mandato di Arresto Europeo emesso dalle Autorità giudiziarie rumene.

Dopo le formalità di rito, NEACSU Florian Ciprian, nato in Romania, classe 1981, di fatto domiciliato in Ceglie Messapica, condannato a 3 anni di reclusione per reati connessi al Codice della Strada rumeno, veniva tratto in arresto dagli Agenti della Polizia di Stato di Ostuni e da quelli della Polizia Municipale cegliese e tradotto in carcere a Brindisi a disposizione del Presidente della Corte d’ Appello di Lecce per le valutazioni di competenza.

I servizi congiunti di controllo del Comune di Ceglie messapica da parte della Polizia ostunese e di quella Municipale del luogo, proseguiranno attivamente nei prossimi giorni nell’ ottica della sicurezza generale.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: