È stato inaugurato questa mattina a Ceglie Messapica il polo museale MAAC (Museo Archeologico e di Arte Contemporanea).

Il progetto, sin da principio, ha inteso armonizzare e mettere in rete luoghi, peculiarità del territorio, servizi culturali, per dare vita ad un circolo virtuoso di valorizzazione: conservare per comunicare, comunicare per promuovere, promuovere per far conoscere, conoscere per conservare. Il marchio culturale “Gusto d’Arte” si applica quindi al costituendo Polo Culturale  nel quale confluiscono la Biblioteca Comunale (che per l’occasione sarà intitolata ufficialmente al Poeta “Pietro Gatti”) e la Pinacoteca Comunale “Emilio Notte” ricollocate nell’imponente e suggestivo Castello Ducale di Ceglie Messapica, che ritorna ad essere un “luogo abitato” e il MAAC (Museo Archeologico e di Arte Contemporanea), collocato in un edificio a pochi metri dal Municipio, dal Castello e dall’ingresso nel centro storico, presso il quale, oltre all’esposizione del Centro di Documentazione Archeologica, è stato allestito uno spazio che si presterà a molteplici attività: una biblioteca specialistica di arte contemporanea e gusto, uno “spazio del fare” e di didattica dell’arte per i più piccoli, lo spazio tecnologico, un’aula studio/formazione e una meravigliosa galleria dedicata soprattutto all’esposizione dei prodotti artistici dei giovani talenti; il tutto circondato da un grande spazio verde. Nel Polo Culturale rientra anche l’esperienza degli Orti Urbani e la Scuola di Gastronomia (Med Cooking School) che tanto lustro porta a questa città.

I Particolari nel Video Servizio

POTRESTI ESSERTI PERSO: