Il Ceglie Summer Festival è un urban festival, rappresentativo dello spirito della città in cui è innestato, Ceglie Messapica, contesto in fermento turistico e in trasformazione. La rassegna vuole rappresentare l’eclettismo – sonoro, culturale e di stile – delle nuove generazioni e non solo, in cui far convivere scene e mondi diversi tra loro ed essere un’occasione per scoprire novità e capire dove sta andando la musica.
L’edizione zero si svolgerà nel centro storico della città, la cui struttura architettonica è la scenografia naturale degli eventi.
Lo spirito internazionale sarà garantito dalla presenza, per un’unica data esclusiva in Italia, della leggendaria The “Original” Blues Brothers Band, che l’11 agosto si esibirà sul main stage di Piazza Plebiscito.

L’apertura del 29 luglio sarà invece dedicata al particolare progetto Discoverland, di Pier Cortese e Roberto Angelini, nella più intima piazza Sant’Antonio. Completano il programma lo spettacolare concerto dell’ukulele orchestra Sinfonico Honolulu (2 agosto, Piazza Plebiscito) e la serata #MadeInPuglia, dedicata a progetti musicali regionali, che vedrà protagonisti i Fabryka, band che esprime a pieno la natura del festival, radicato al territorio ma con una forte attitudine globale.
La variegata proposta musicale in un emblematico angolo di Puglia è l’essenza da cui non potranno che scaturire forti emozioni. Tutti gli show saranno ad ingresso gratuito. Il festival è prodotto dall’agenzia New Music con la collaborazione del Comune di Ceglie Messapica.

Programma:
Roberto Angelini e Pier Cortese
Discoverland
• Venue: piazza Sant’Antonio • Data: 29.07.2016
Discoverland è un progetto che nasce da liberi incontri musico-amicali tra due artisti, Pier Cortese e Roberto Angelini, due musicisti cantautori, girovaghi già da molti palchi e con all’attivo diversi dischi e collaborazioni.
L’idea è quella di riscoprire e vedere da un’altra prospettiva pezzi importanti di musicisti e cantautori italiani e stranieri riutilizzati come materia prima di nuovi esperimenti musicali.
Il concerto è un mash up di canzoni dove voci, chitarra, stillguitar, iPhone ed elettronica si intrecciano suonando un colore musicale completamente nuovo. Senza mai togliere spazio all’ improvvisazione l’esibizione si arricchisce di momenti acustici emozionanti.

Sinfonico Honolulu
Il sorpasso
• Venue: piazza Plebiscito • Data: 02.08.2016
La più importante Ukulele Orchestra in Europa è composta da 8 ukulele, basso, percussioni e tre voci principali. Toscani e livornesi, attivi da circa cinque anni, i dieci musicisti hanno attraversato varie fasi mantenendo da sempre un duplice atteggiamento verso il proprio caratteristico quattro corde.
Se da un lato infatti i vari musicisti si sono impegnati a sfruttare al massimo le caratteristiche sonore del piccolo strumento hawaiano, da un altro non è mai stato perso lo sguardo giocoso e divertente, che l’ukulele istintivamente possiede ed ispira. Contraddistinti da un look elegante e da un contrastante giacca e cravatta in bianco e nero, presentano in concerto successi punk e pop rivisitati in chiave ukulelistica.

The “Original” Blues Brothers Band
• Venue: piazza Plebiscito • Data: 11.08.2016
Una “invincibile macchina da blues, soul e r&b”. Alcuni componenti del gruppo, selezionati da John Belushi e Dan Aykroyd, non hanno fatto la storia soltanto dei film The Blues Brothers e di Blues Brothers 2000: loro erano lì prima, quando il soul e il r&b sfornavano i primi capolavori.
Il colonnello Steve Cropper ha suonato nel suo primo hit per la Stax Records nel 1961, quando frequentava ancora la scuola superiore a Memphis e da allora non ha mancato un colpo: ha lavorato per singoli immortali di Otis Redding come Respect o Dock of the bay; con Wilson Pickett su In the midnight hour; per Sam and Dave (Hold on, I’m comin’ e Soul man). Lou “Blue Lou” Marini arriva dalla leggendaria Saturday Night Live, dove nel 1975 John Belushi, attore dello show, lo aveva ascoltato nella sezione fiati suonare con Joe Cocker, Ray Charles e Aretha Franklin.
Fra i membri che non facevano parte del nucleo originario ci sono il chitarrista John Tropea, che ha suonato con calibri come Van Morrison e Billy Cobham. Dall’anno in cui si è riunita, il 1988, la band ha riscosso soltanto successi: all’Olympia di Parigi, per la prima volta nella storia del teatro, sono state tolte le sedie per far ballare gli spettatori.

Fabryka
• Venue: piazza Sant’Antonio • Data: 18.08.2016
I Fabryka sono una band barese formata da Tiziana Felle (voce), Stefano Milella (batteria/elettronica), Raffaele Stellacci (pianoforte/synth), Agostino Scaranello (basso/chitarra baritona) e Alessandro Semisa (chitarra).
Dopo numerose date dal vivo, alcune delle quali al fianco di “big” come Matmos, Goldie, Gotan Project, Murcof, Tiga, Timo Maas, Carla Bozulich, Marlene Kuntz e Calibro 35, nell’ottobre del 2011 pubblicano per Snowy Peach 5 days. A tre anni dall’esordio la band ha fatto passi da gigante, guadagnandosi un posto di rilievo nell’immaginario dell’indie/electro nostrano. Il bellissimo Echo (2013) poi, nonostante sia il lavoro più “italiano” della band rappresenta un nodo gordiano nella sua evoluzione. Qual è il segreto dei Fabryka? Sicuramente una forte vocazione all’internazionalità, dote che ha permesso alla band di cogliere a piene mani dall’elettronica più esotica mantenendo sempre però uno stretto contatto con in nostro paese e creando così un prodotto nuovo ma dal vago sapore epico.