Foto: Stefano Menga

Il comune di Ceglie Messapica ha preparato ed inviato a Roma, presso il Ministero per i Beni Culturali e Turismo, il dossier di candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2020.

La stessa  città sarà capofila in rappresentanza degli altri comuni che fanno parte del Gal Alto Salento e cioè Brindisi, Ostuni, Carovigno, San Vito dei Normanni, Villa Castelli, San Michele Salentino. La sfida sarà abbastanza ardua in quanto ci si andrà a confrontare con altre 46 citta, soprattutto realtà molto più grandi. Il termine massimo entro il quale la commissione esaminatrice sceglierà la città Capitale Italiana della Cultura 2020 è fissato per il 31 gennaio 2018. In ogni caso, qualunque sia il responso, è da considerare sempre una bella esperienza, soprattutto in termini di visibilità per la città di Ceglie Messapica e per tutto il territorio limitrofo.

Fonte: Stefano Menga

POTRESTI ESSERTI PERSO: