S.Michele Salentino, vietato conferire l’umido nei sacchi neri: ostacola i controlli

“Se viene superata una determinata percentuale di impurità, c’è un aumento dell’importo da pagare a carico del Comune”

L’assessorato all’Ambiente ed il Comando di Polizia Municipale, invitano i cittadini a non conferire la frazione organica (umido), nei sacchi neri perché questo non consente la verifica, da parte dell’operatore ecologico, di ciò che viene depositato.

Con il sacco nero non si possono vedere esattamente i rifiuti al suo interno. Almeno non prima di aprirlo. L’invito è rivolto sia alle utenze commerciali che a quelle domestiche. La tipologia di rifiuto deve essere conferita all’interno di sacchetti biodegradabili. Mentre, per gli altri rifiuti differenziati, quali carta e plastica, devono essere utilizzati i sacchetti distribuiti dalla ditta Monteco-Cogeir.

“Chiediamo a tutti la massima collaborazione nel conferire i rifiuti in maniera corretta affinché la nostra città sia più pulita e più accogliente, considerato, soprattutto, l’afflusso di turisti in questo periodo. Oltre a questo, come da contratto con l’impianto che riceve i rifiuti organici, se viene superata una determinata percentuale di impurità, questo comporta, a carico del Comune, un aumento dell’importo da pagare”, spiegano l’assessore all’Ambiente Tiziana Barletta e il comandante della Polizia locale Angelo Raffaele Filomeno.”Il corretto conferimento consente, inoltre, di raggiungere un’alta percentuale di raccolta differenziata che ci vede, già, ai primi posti dell’Aro Brindisi 1 con il 73,51 per cento registrato a Giugno di questo anno ( fonte: www.sit.puglia.it). Siamo convinti che ogni cittadino di San Michele Salentino sentirà il dovere di accogliere positivamente il presente invito, dando un segnale di forte senso civico e di difesa del proprio territorio”.

Guarda Anche
Scelti Per Te