La rapina è stata perpetrata intorno alle ore 6 di questa mattina all’altezza di Torre Canne. Lanciati chiodi a tre punte. Un Tir rubato messo di traverso. Ferite lievi per autotrasportatore. Sul posto i carabinieri

Un mezzo che trasportava tabacchi è stato assaltato intorno alle ore 6 di oggi (mercoledì 16 gennaio) sulla strada statale 379 che collega Brindisi a Bari, fra gli svincoli per Torre Canne Sud e Pilone, direzione Brindisi. La superstrada, solo sulla carreggiata sud, è stata chiusa al traffico con deviazione all’altezza di Torre Canne. “

I banditi, a bordo di due auto di grossa cilindrata e di un auto articolato, hanno messo un camion rubato di traverso sulla carreggiata e hanno disseminato la strada di chiodi a tre punte. Poi, sotto la minaccia di pistole, si sono messi alla guida del Tir, lo hanno condotto verso la complanare lato monti (località Lido Morelli) e lì lo hanno saccheggiato, impossessandosi di una dozzina di bancali, per un peso di circa 7 tonnellate, di sigarette. Una parte delle refurtiva è stata abbandonata sull’asfalto. L’autista dell’autoarticolato, leggermente ferito a un braccio per le schegge di vetro del finestrino infranto dai malfattori con una mazza, è stato trasportato all’ospedale di Ostuni per le medicazioni del caso.“

Sul posto si sono recati i carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Brindisi e della compagnia di Fasano, con l’elicottero del 5° Nec. di Bari che concorre nelle ricerche, immediatamente diramate a tutti i comandi provinciali limitrofi e alle altre forze di polizia. I militari hanno inoltre presidiato i cavalcavia della superstrada. “

l modus operandi è analogo a quallo già visto in occasione di altri assalti ai danni di portavalori perpetrati sulla statale. Sempre all’altezza di Torre Canne, ma sulla carreggiata nord, alle prime luci del 3 febbraio 2018 venne preso di mira un portavalori dell’Ivri. In quel caso i delinquenti, armati di fucili, diedero alle fiamme diversi mezzi, fra camion e auto, per sbarrare la strada ai vigilantes e impossessarsi del botttino. Ma le guardie giurate riuscirono a sfuggire all’agguato, fuggendo in retromarcia. “

POTRESTI ESSERTI PERSO: