Cisternino: singolari nascondigli per armi e droga.

Già qualche giorno addietro, i Carabinieri della Compagnia di Brindisi, nel capoluogo avevano rinvenuto occultata all’interno di un foro praticato nella parete, al piano terra di un condominio, nelle adiacenze dei contatori dell’Enel, una pistola con matricola abrasa.

Ieri, i Carabinieri della Stazione di Cisternino, a conclusione di un servizio di appiattamento, hanno rinvenuto nella cassetta di un contatore dell’acquedotto – al piano terra di un condominio – 44 gr. di stupefacente tipo hashish, suddiviso in 9 involucri di cellophane.

Appare questa la strategia adottata per nascondere armi e droga negli spazi comuni condominiali in modo da rendere difficoltosa l’individuazione dell’autore del reato. Certamente, se tale piano d’azione può risultare efficace nel breve periodo, cela il tangibile rischio che il nascondiglio, non essendo uno spazio esclusivo, possa essere scoperto da altri soggetti.

Lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Guarda Anche
Scelti Per Te