Il Futsal Cisternino conferma la permanenza in Serie A!

Alla prima stagione in SerieAFutsal, il Cisternino conquista una meritata e spettacolare salvezza

Salvezza raggiunta! Nonostante le tantissime difficoltà stagionali, il Cisternino conquista la permanenza in serie A compiendo un miracolo sportivo e lo fa battendo in casa il Rieti, squadra già da tempo ai playoff scudetto. 6-4 nell’ultima gara casalinga per i giallorossi, che volano a  più otto dalla zona playout, ad una giornata dal termine. Non poteva che finire così: con il PalaWojtyla pazzo di gioia per il risultato raggiunto, con la società fiera ed entusiasta della salvezza conquistata e con i giocatori esausti e commossi per aver disputato un’annata difficile ma indimenticabile.
La Block Stem Cisternino resta, con merito, in serie A!

La partita – Giannandrea si affida a De Simone tra i pali, Leggiero, Eduardo, Fabinho e Josiko i quattro di movimento, mentre Bellarte opta per Pereira, Romano, Rafinha e i due ex, Nicolodi e Paulinho.
Dopo una prima fase di stallo e di studio, il Rieti passa in vantaggio con il sinistro chirurgico di Nicolodi che si deposita all’angolino basso della porta giallorossa.
Passa un minuto e Bruno pareggia i conti, con un gran goal: tunnel al proprio marcatore e palla alle spalle di Pereira.
Poi, sale in cattedra la Block Stem Cisternino, Sardella trova un corridoio per Eduardo che fa 2-1, prima dell’intervallo.
Nel secondo tempo c’è ancora più Cisternino, Josiko ruba palla a Nicolodi e s’invola siglando il 3-1, Joazinho beffa De Simone dalla banda sinistra del campo per il 3-2, ma ancora Eduardo porta in paradiso il Cisternino, segnano il 4-2 al 13’ del secondo tempo.
Portiere di movimento per il Rieti, Schininà a porta sguarnita fa 4-3, ma Josiko e Fabinho mettono il punto esclamativo sulla gara, prima del goal, inutile, di Romano.
Alla sirena è 6-4.

Postpartita – Uno degli artefici della salvezza è Bruno, capitano della Block Stem Cisternino: “Noi sappiamo benissimo che non è stata un’annata facile, ma l’obiettivo è stato raggiunto e siamo orgogliosi e felici. Non è stato facile, ma adesso ce la godiamo tutta questa salvezza. Grande gara? Stiamo giocando bene da qualche settimana e oggi abbiamo fatto risultato. Che orgoglio”.
Emozionato il tecnico, Sebastiano Giannandrea: “E’ un miracolo sportivo. Abbiamo affrontato tutte le problematiche possibili ed è emozionante aver raggiunto questa salvezza. Vogliamo vincere anche l’ultima gara, per salvarci senza dar modo a nessuno di parlare. Rieti? Abbiamo fatto la gara perfetta e d’intelligenza, l’abbiamo preparata benissimo in entrambe le soluzioni, difensiva e offensiva. Dedica? A Daniele Perrini, il d.s. della squadra, ma anche e soprattutto a tutti i ragazzi, uomini veri. E poi ai Crazy Boys e al pubblico e chi ha sempre creduto in noi. Grazie di cuore. Futuro da mister? E’ stata una bellissima esperienza, ma ho studiato e lavorato sodo per fare il preparatore atletico e questo vorrò fare da grande”.

Guarda Anche
Scelti Per Te