I Carabinieri della Stazione di Cisternino, al termine degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà per il reato di rissa 4 persone, un cittadino di origine albanese e 3 persone della provincia di Bari.

I fatti si sono verificati nel centro storico di Cisternino verso le ore 23.00, quando i quattro uomini si sono fronteggiati. I motivi della rissa sono riconducibili a un apprezzamento rivolto alla fidanzata di uno di quattro, che ha fatto scatenare le ire del suo accompagnatore e innescare una serie di reazioni violente da parte dei presenti.

Poco dopo l’evento è stato chiesto l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri di Cisternino, che hanno constatato che una delle persone coinvolte portava in viso i segni delle percosse con perdita di sangue. L’uomo, interrogato, ha rappresentato di essere stato aggredito con calci e pugni da persone a lui sconosciute, è stato successivamente accompagnato all’Ospedale Perrino di Brindisi e giudicato guaribile in 21 giorni per la frattura del setto nasale.

I successivi accertamenti con l’esame delle immagini dei sistemi di videosorveglianza pubblici e privati presenti in zona, hanno permesso di identificare compiutamente gli altri partecipanti alla rissa che risiedono in un comune della provincia di Bari. Dalle verifiche effettuate è stato rilevato che uno di questi è ricorso alle cure del pronto soccorso di Martina Franca a seguito di alcune escoriazioni riportate.

negrita francavilla fontana

POTRESTI ESSERTI PERSO: