La terza edizione andrà in scena dal 18 al 20 ottobre. Gli spettacoli si svolgeranno in piazza Garibaldi, piazza Marconi e piazza dell’Orologio.

Anche quest’anno a Cisternino torna l’appuntamento con “Borgo Infuocato”, il festival dedicato interamente al fuoco organizzato dall’associazione Smile con la direzione artistica di Manuel Manfuso e il patrocinio del Comune, nell’ambito della conferenza internazionale dei “Borghi del Mediterraneo”. La terza edizione andrà in scena dal 18 al 20 ottobre prossimi.

“Un importantissimo evento internazionale dove il fuoco rappresenta la vitalità e la forza dei piccoli borghi che vogliono emergere ed ergersi a valide destinazioni turistiche”, ha commentato l’assessore al Turismo Mario Saponaro.

Gli spettacoli si svolgeranno in piazza Garibaldi, piazza Marconi e piazza dell’Orologio.

Venerdì 18 ottobre in scena Manu Circus, un artista circense che proverà ad essere amico del fuoco tra oggetti lanciati per aria e mille equilibri instabili e che si esibirà nuovamente anche nella serata di sabato. Spettacolo di Retrò circus dove Monè-Monè, personaggio nei panni di un clown scapigliato di altri tempi, si esibirà in giocoleria di fuoco, mangiafuoco, sputafuoco, ed infine l’immancabile Dely De Marzo fire show con il suo spettacolo unico, a tratti grottesco, che passa da fontane di fuoco, a pioggia di gocce infuocate da non perdere anche domenica 20 con nuove performance.

Sabato 19 ottobre sarà il turno di Menti Ardenti che intreccia mito greco e fuoco in performance singole e di gruppo; Volcanalia con il suo spettacolo di mangiafuoco, sputafuoco e il raro utilizzo dei vapori intrecciate insieme con maestria e Manu Circus con un nuovo spettacolo.

Domenica 20 ottobre sarà la volta di Sylvie fire show con il suo spettacolo di fuoco e fachirismo che lascerà tutti con il fiato sospeso, mentre Monsieur Cocò vi porterà in magiche atmosfere tra Il calore del fuoco, il suono dei cocci di vetri rotti e dolci melodie. Infine un nuovo spettacolo di Dely De Marzo Fire show, per chi se lo fosse perso venerdì 18.

Scintille a parte, da non perdere le bancarelle dell’handmade in corso Umberto, seguite i profumi dello street food arrivando in via S.Quirico per degustare qualcosa al volo e, per i bambini area gonfiabili, in piazza Pellegrino Rossi.

POTRESTI ESSERTI PERSO: