Hayden non ce l’ha fatta: il pilota è morto questo pomeriggio

Nicky Hayden ha perso la sua lotta per la vita, da subito apparsa dura, difficilissima, disperata. Il pilota di Superbike, ricoverato da mercoledì scorso in terapia intensiva all’Ospedale Bufalini di Cesena, è deceduto oggi a causa del doppio trauma toracico e cranico riportato nell’impatto con un’auto mentre si allenava in bicicletta sulle strade di Misano Adriatico

. Pedalava da solo nell’ora più calda della Riviera, Hayden, in un viale che dal mare porta verso i colli riminesi. Le due strade, via Ca’ Raffaelli, dove era Hayden, e via Tavoleto, dove invece marciava una Peugeot 206, si intersecano ad angolo retto. Hayden,

che proveniva da destra, è entrato con troppa decisione, o forse l’errore è dell’altro, un 30enne romagnolo, uscito illeso dall’impatto.

La bici, tagliata in due, è stata sbalzata a metri di distanza nell’erba, il parabrezza dell’auto in frantumi. Diversi i testimoni sul luogo dell’incidente, alcuni passanti hanno immediatamente chiamato i soccorsi, arrivati da Rimini. All’Ospedale degl’Infermi, stando ad alcune ricostruzioni, però si sarebbe perso del tempo in attesa di capire esattamente la gravità delle condizioni del 36enne nato a Owensboro, Kentucky. Solo dopo un paio d’ore, Hayden è stato trasportato con l’elisoccorso al Bufalini, le sue condizioni però in questi giorni non sono mai migliorate.

Il pilota, campione del Mondo MotoGp nel 2006, stava spendendo gli ultimi spiccioli di carriera in Superbike, e domenica scorsa aveva corso il Gp d’Italia a Imola, senza brillare. Era spesso in Romagna, ospite dell’amico Denis Pazzaglini, suo ex meccanico, ancora in MotoGp con lo spagnolo Dani Pedrosa. Una foto dei due in bici, con casco e tenuta da ciclista, compare su Instagram, scattata poche ore prima dell’incidente: Nicky e Denis appaiono sorridenti.

Fonte: La Repubblica 

POTRESTI ESSERTI PERSO: