I primi occhiali green realizzati con fico d’india e ulivo arrivano dalla mente di un giovane salentino

Ha sangue salentino e un’anima 100% green la nuova linea di occhiali da sole in fibra di fico d’India e legno di ulivo. Per ora sono un centinaio di pezzi in edizione limitata, ma tutti hand made e interamente creati in Italia.

Si tratta della prima collezione di occhiali Ferilllieyewear, ossia ciò che è venuto fuori dalla fervida mente del giovane Cristiano Ferilli, originario di Giuliano di Lecce, laureato in ortottica e assistenza oftalmologica all’Università cattolica del Sacro Cuore di Roma e grande appassionato di occhiali.

Cristiano ha presto associato negli anni la sua passione per le lenti all’amore per la natura imbattendosi in un innovativo materiale ecosostenibile nato nel cuore della Puglia, il Sikalindi® (fico d’india in lingua Grika). Si tratta di un materiale – vincitore del premio Oscar Green nel 2013 – ottenuto dalla disidratazione delle pale del fico d’india, una pianta molto diffusa in terre pugliesi.

“Da questo processo di disidratazione, che non prevede agenti inquinanti e si svolge nel totale rispetto del ciclo vitale della pianta, nasce un materiale unico dove le texture naturali della fibra riprendono vita in un occhiale, rendendolo non solo un accessorio di impatto visivo esclusivo perché mai utilizzato prima d’ora per realizzare occhiali, ma anche un oggetto dal design ricercato e sorprendentemente naturale”, spiega Ferilli sul suo sito.

La collezione si compone di 120 occhiali suddivisi in tre modelli: San Gregorio, Otranto e Porto Miggiano, ognuno dei quali racconta una storia attraverso la colorazione della lente. Il modello San Gregorio, ad esempio, parla di tramonti ammirabili dall’omonima baia e questo viene espresso attraverso il colore blu sfumato rosso della lente. Le aste sono interamente realizzate in legno di ulivo, creando così un connubio perfetto tra due materiali rappresentativi del Salento per un occhiale 100% made in Italy.

Fonte:Greenme.it

POTRESTI ESSERTI PERSO: